Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, prove tecniche anti-Messina

Cosenza, prove tecniche anti-Messina

Allenamento pomeridiano al Sanvitino con Giorgio Roselli intenzionato a confermare in blocco la vecchia guardia che ha permesso ai Lupi di sbancare Agrigento.

La festa dell’Immacolata è stata tale solo a metà per i calciatori del Cosenza, impegnati in un normale pomeriggio di lavoro. Si è trattato di un allenamento di routine, svolto in clima decisamente più rilassato dopo la vittoria di Agrigento.

Giorgio Roselli ha tutti gli uomini a disposizione, eccezione fatta per il terzino Pinna che tornerà in gruppo solo tra qualche mese. L’annunciato turnover non c’è stato perché le contingenze del momento hanno sconsigliato al trainer umbro di far ruotare le pedine. Troppa alta la posta in palio per sconvolgere, anche in pochi effettivi, un undici ritenuto affidabile. E’ stata la vecchia guardia a garantire il blitz in casa dell’Akragas e sabato sera non è da escludere che la formazione possa essere ripresentata in blocco.

Nella sessione odierna, prima della cartella finale, si è provato qualche schema di gioco, si sono approfonditi schemi tipici del 4-4-2 e le pettorine sono passate da calciatore a calciatore con una certa rapidità. Come di consueto indicazioni chiare non ne sono arrivate, ma l’obiettivo del tecnico umbro è proprio mantenere alta l’attenzione senza dare punti di riferimento. Una volta registrata una prestazione maiuscola sotto il profilo della determinazione, l’allenatore rossoblù vorrebbe proseguire sul solco tracciato.

A protezione di Perina è possibile che giostrino nuovamente Corsi e D’Anna sulle corsie laterali, sebbene non vada escluso un ritorno di Scalise a sinistra. Blondett e Tedeschi in mezzo non sono in discussione, così Caccetta, Ranieri e Statella a centrocampo. Sull’out destro Criaco potrebbe essere insidiato da Filippini, in tal caso toccherebbe a Mungo supportare Baclet o Gambino in attacco. Tutto sarà più chiaro nella rifinitura di domani pomeriggio.

Related posts