Tutte 728×90
Tutte 728×90

Roselli: “Cosenza, quattro giorni non cambiano la vita”

Roselli: “Cosenza, quattro giorni non cambiano la vita”

Il tecnico allontana le voci su un possibile esonero: “Quello che mi ha fatto arrabbiare in questi giorni è che si sia detto che i calciatori non seguivano l’allenatore e vi assicuro che non è così. Io sono stato sempre leale e anche loro. Basta questo per capire che c’è stima e il massimo impegno”.

Ed ora è lui a gongolare. Dopo un periodo buio riecco la luce. Giorgio Roselli si gode la seconda vittoria consecutiva e allontana le nubi da se stesso e dalla squadra. Questo a fine gara il commento del tecnico rossoblu. “La priorità era vincere. Lo abbiamo fatto contro una squadra di qualità anche se qualcuno la dava in difficoltà. Noi non siamo stati molto lucidi, è giusto dirlo. Clima diverso rispetto a qualche giorno fa? La vita non cambia in quattro giorni. Il risultato non è dato sempre da noi purtroppo. Dico sempre che sono contento di lottare e nella lotta mi trovo bene. Quello che mi ha fatto arrabbiare in questi giorni è che si sia detto che i calciatori non seguivano l’allenatore e vi assicuro che non è così. Io sono stato sempre leale e anche loro. Basta questo per capire che c’è stima e il massimo impegno”. Poi Roselli sottolinea. “Bisogna saper gestire meglio la palla. In alcune circostanze non lo abbiamo fatto. Con il 4-4-2 abbiamo preso delle imbarcate, poi mettendo un mediano davanti la difesa abbiamo trovato il giusto modo per affrontare la gara. Statella? Non è il rigorista ma li batte bene e sono contento per lui. Sono sincero, quando ha preso palla lui ero sereno. Vive un ottimo momento di forma”. (co.ch.)

Related posts