Tutte 728×90
Tutte 728×90

Rose-Cetraro dura un tempo. Arbitro aggredito e partita sospesa. Il fotoracconto

La partita era ferma sull’1-0 per gli ospiti. Rischia grosso qualche giocatore del Rose che , a quanto pare, avrebbe colpito l’arbitro dopo un’ espulsione. Il sig. Beltrano è andato via scortato dai Carabinieri.

 

Finisce nel peggiore dei modi la partita tra Rose e Cetraro valevole per il 13° turno del Girone A del campionato di Prima Categoria. Il match è durato soltanto 45 minuti visto che, dopo l’espulsione del numero 3 di casa, le vibranti proteste dei calciatori del Rose, sono sfociate in un vero e proprio accerchiamento all’arbitro Beltrano di Cosenza che, a quanto pare, avrebbe anche subìto qualche colpo. Lo stesso non ha ritenuto potessero esserci più le condizioni per continuare la partita ed ha chiuso la contesa con 45 minuti d’anticipo. Un vero e proprio peccato che avrà sicuramente ripercussioni sulla squadra del Rose nel proseguio del campionato. Episodi veramente deplorevoli che non c’entrano nulla con il calcio e che siamo ancora costretti a dover raccontare.

Per quel che riguarda l’aspetto tecnico della partita, il Cetraro al momento della sospensione era in vantaggio per 1-0 grazie al gol di Siciliano in pratica nell’unica occasione di tutta la partita quando, sugli sviluppi di una calcio d’angolo, il numero 11 biancoceleste era stato il più veloce di tutti ad avventarsi su una palla vagante. Il Rose dalla sua, stava giocando bene, tenendo testa al più quotato avversario. Un paio di buone trame costruite hanno messo in difficoltà la retroguardia tirrenica. Poi al 45′ l’episodio già raccontanto con i giocatori cetraresi che hanno provato a calmare gli animi e l’arbitro che ha atteso l’arrivo dei Carabinieri per abbandonare l’impianto sportivo rosetano. Adesso c’è da attendere le decisioni del Giudice Sportivo con la scontata vittoria a tavolino del Cetraro che passa certamente in secondo piano.(Alessandro Storino)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it