Tutte 728×90
Tutte 728×90

Duplice omicidio Lenti-Gigliotti, un processo atteso da oltre 30 anni

Duplice omicidio Lenti-Gigliotti, un processo atteso da oltre 30 anni

I due giovani cosentini furono ammazzati il 2 febbraio del 1986 perché invisi all’ex mammasantissima Antonio Sena. Franco Pino e Francesco Patitucci saranno giudicati col rito ordinario davanti alla Corte d’Assise di Cosenza, mentre Gianfranco Bruni e Gianfranco Ruà hanno ottenuto di farsi giudicare in abbreviato. 

Due rinvii a giudizio e due riti abbreviati. E’ la sintesi dell’udienza preliminare del duplice omicidio Lenti-Gigliotti che porterà Franco Pino, storico pentito della ‘ndrangheta cosentina, e Francesco Patitucci, secondo la Dda di Catanzaro esponente di spicco del clan “Lanzino” di Cosenza, davanti alla Corte d’Assise di Cosenza il prossimo 27 gennaio.

Gianfranco Bruni e Gianfranco Ruà, invece, avevano chiesto di farsi giudicare con un rito alternativo e il gup Distrettuale di Catanzaro ha accolto la richiesta degli avvocati difensori concedendo ai due imputati di essere ammessi in abbreviato. In questo caso l’udienza inizierà il 10 marzo a Catanzaro sempre con lo stesso giudice.

Per la Dda di Catanzaro, che ha ripreso questo fascicolo dopo tanti anni, Marcello Gigliotti e Francesco Lenti – uccisi barbaramente il 2 febbraio del 1986 – sarebbero stati eliminati perché in contrasto con l’ex mammasantissima Antonio Sena, assassinato a sua volta nei primi anni del 2000 dai presunti componenti del gruppo di fuoco della cosca “Lanzino”.

Nelle scorse udienze era stato sollevato il caso della revoca del sistema di protezione nei confronti di Franco Pino che dopo circa 20 anni ha perso lo status di collaboratore di giustizia e ha chiesto, tramite il suo avvocato, di essere protetto per partecipare alle udienze del duplice omicidio. Così Franco Pino a fine gennaio tornerà a Cosenza dopo due decenni. (a. a.)

 

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it