Tutte 728×90
Tutte 728×90

“MURALES” | Scena muta degli indagati davanti al gip di Paola

“MURALES” | Scena muta degli indagati davanti al gip di Paola

Nella giornata di oggi si sono svolti quasi tutti gli interrogatori di garanzia delle 25 persone fermate dalla procura di Paola perché sospettate di traffico e spaccio di droga, estorsione e detenzioni di armi. Il pm Anna Chiara Fasano ha insistito nel chiedere l’applicazione della misura cautelare per tutti gli inquisiti. 

Per tutta la giornata di oggi si sono svolti quasi tutti gli interrogatori di garanzia delle 25 persone fermate dalla procura di Paola nell’ambito dell’operazione “Murales” condotta dal Norm di Scalea. Davanti al gip del tribunale di Paola, il pm Anna Chiara Fasano ha chiesto l’applicazione della misura cautelare per tutti gli indagati, mentre gli inquisiti – assistiti dai rispettivi avvocati di fiducia – si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. Alcuni di essi – evidenziano gli avvocati – sono stati ammanettati nonostante le perquisizioni domiciliari fossero state negative e ai quali è contestata una conversazione telefonica.

E’ il caso, ad esempio, di Stefania Gazzaneo, difesa dagli avvocati Mariarosa Bugliari e Francesco Tomeo, che è incensurata e mamma di due figli ultraminorenni. Il legale ha spiegato che non vi sono assolutamente le esigenze cautelari sia per la mancanza di gravità indiziaria e sia perché la signora non può andare da nessuna parte visto che deve mandare avanti la sua famiglia e accudire i due figli. Domande alle quali risponderà il giudice per le indagini preliminari che nelle prossime ore deciderà se convalidare o meno i fermi e successivamente emettere o meno l’ordinanza di custodia cautelare. Nel collegio difensivo vi sono anche gli avvocati Giuseppe Bruno, Franz Caruso, Mario Ossequio e Natalia Branda. (a. a.)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it