Tutte 728×90
Tutte 728×90

Rende, occasione persa. Segna Ferreira, ma regge il muro Gragnano (1-1)

Rende, occasione persa. Segna Ferreira, ma regge il muro Gragnano (1-1)
Photo Credit To Salvatore Mannarino

Male i biancorossi nel primo tempo dove subiscono il gol di Martone. Nella ripresa subito il pari, ma il Rende non sfonda. Metà dell’incasso devoluto in beneficenza a Telethon.

Il Gragnano resiste al Rende e strappa un punto che frena la corsa di vertice dei calabresi. Al team napoletano, invece, permette di muovere la classifica e tenere a distanza la zona playout (clicca qui per il resoconto dell’intera giornata). Bene gli ospiti nel primo tempo, nella ripresa è stato un monologo biancorosso. Riassumendo, Ferreira ha risposto al vantaggio di Martone e poco altro. Applausi scroscianti per il club del presidente Coscarella che ha sposato la causa di Telethon devolvendo in beneficenza metà dell’incasso.

Alla lettura delle formazioni si evince che Trocini vuole sfruttare al meglio Modesto e gli affida le chiavi della corsia macina. Nel 3-5-2 Sanzone-Manes-Marchio è il trio di difensori, mentre Fiore agisce in cabina di regia a causa dell’infortunio muscolare occorso a Benincasa. In avanti Actis Goretta e Ferreira sono intoccabili. Per Ferraro è 4-3-3 dove Varsi e Napolitano giostrano ai lati del colored Konate, ma è emergenza vera. Il post-Aversa ha lasciato strascichi con un totale di più di 20 giornate di squalifica. Staranno fermi a lungo, infatti, Rinaldi, Del Sorbo, Manna e Gatto. Ferrara allora deve arretrare un centrocampista a fungere da stopper con Barbato.

Sbadigli fino al 26′, eccezione fatta per un paio di corner del Gragnano che sceglie di lasciare l’iniziativa ai padroni di casa per ripartire in contropiede. Rompe la noia Viteritti: cross lungo, Modesto fa la sponda per l’accorrente Boscaglia, ma una selva di gambe ostacola la sua conclusione. Sul capovolgimento di fronte Passariello si insinua fra le maglie biancorosse e chiama Manes alla chiusura bassa nell’area piccola. I campani iniziano prendere coraggio ed alzano il baricentro. La Monica e Konate, tuttavia, sono imprecisi al momento di concretizzare. Il Rende sbaglia facili passaggi e l’inerzia della partita lo punisce ad un giro d’orologio dal break. Punizione tagliata di Napolitano, testa di Martone e 1-0.

Negli spogliatoi Trocini catechizza i suoi che tornano in campo ringalluzziti. Non passa un minuto che Godano e Viteritti calciano con violenza verso la porta avversaria senza trovare fortuna. Al 9′ è la traversa a dire di no a Godano che calcola male i giri ad un cross dalla destra ed inganna Ferrara. Lo salva il legno, poi sul tap-in Modesto spara in curva. Il pari ad ogni modo è nell’aria e si materializza al 12′. Modesto batte un corner basso su cui si avventa come un avvoltoio Ferriera che gira in rete e corre ad esultare. Al 22′ invece è questione di millimetri. Modesto va ancora dalla bandierina, Manes spizzica e Marchio per poco non devia in rete. È l’ex Crotone il motore del Rende: tutte le azioni pericolose passano dal suo mancino, come quando scodella per Actis Goretta. Peccato che la zuccata dell’argentino sia imprecisa. A stretto giro di posta è bravo Ferrara ad opporsi sempre al numero dieci sudamericano a margine di una bella sponda di Ferreira. Varsi al 44′ regala un brivido al Lorenzon con un tiro a giro, ma l’1-1 era già scritto. Una curiosità: il Gragnano non ha effettuato neppure una sostituzione. (Antonio Clausi)

 

Il tabellino:
RENDE (3-5-2):
 Falcone 6; Sanzone 6, Manes 6, Marchio 6; Viteritti 6 (24′ st Gigliotti 5.5), Godano 6, Fiore 5.5 (42′ st Vivacqua) sv, Boscaglia 5.5, Modesto 6.5 (42′ st De Marco sv); Ferreira 6.5, Actis Goretta 6. A disp.: Crocco, Piromallo, Crispino, Azzinnaro, Formosa, Caligiuri. All.: Trocini 6
GRAGNANO (4-3-3): Ferrara 6; Esposito 6, Barbato 6, Martone 7, Liccardi 6; Passariello 6, Franco 6, La Monica 6; Varsi 6.5, Konate 6, Napolitano 5.5. A disp.: Cellitti, Alfano, Formisani, Panico, Ascione, Coppola, De Simone, Fortunato, Mancini. All.: Ferraro 6
ARBITRO: Rasia di Bassano del Grappa
MARCATORI: 46′ pt Martone (G), 12′ st Ferreira (R)
NOTE: Spettatori circa 500 con una sparuta rappresentanza ospite. Metà dell’incasso devoluto in beneficienza a Telethon. Ammoniti: Fiore (R), Modesto (R), Franco (G), Ferreira (R), Marchio (G), Manes (R). Angoli: 7-2. Recupero: 3′ pt – 4′ st

Related posts