Tutte 728×90
Tutte 728×90

Uomo trovato morto nel fiume Crati, perde quota la pista dell’omicidio

Uomo trovato morto nel fiume Crati, perde quota la pista dell’omicidio

La pista dell’omicidio, valutata dagli inquirenti prima della decisione di eseguire l’esame autoptico, non sarebbe supportata da elementi investigativi importanti. L’uomo fu rinvenuto senza vita il 4 novembre scorso.

Il 4 novembre scorso, su segnalazione di alcuni cittadini, la Squadra Mobile di Cosenza, il 118 e i vigili del fuoco di Cosenza trovarono senza vita il corpo di un uomo nel fiume Crati. Già dalle prime ricostruzioni fatte dagli agenti in servizio presso la Questura di Cosenza era stata esclusa l’ipotesi dell’omicidio in quanto furono rinvenute delle siringhe che fecero propendere per un overdose. Tuttavia, la procura di Cosenza decise di approfondire il caso disponendo una perizia al fine di verificare le cause della morte e se l’uomo fosse stato aggredito da ignoti e di conseguenza se sul corpo vi fossero altri profili genetici. 

Dopo oltre un mese e mezzo di indagini, in attesa che la consulenza venga depositata al pubblico ministero, perderebbe quota la pista dell’omicidio che, come detto, era stata paventata a seguito dell’esecuzione dell’esame autoptico. Non ci sarebbero ulteriori elementi di carattere investigativo che facciano pensare a un regolamento di conti all’interno dello spaccio di droga dell’area urbana, ma si pensa che la causa sia stata accidentale. (a. a.)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it