Tutte 728×90
Tutte 728×90

Andreoli: «Brava Vigor, ma l’obiettivo resta il campionato»

Andreoli: «Brava Vigor, ma l’obiettivo resta il campionato»

Il tecnico bianconere dopo la vittoria sullo Scalea nella finale della Coppa Italia Calabria: «I cosentini ci hanno messo in difficoltà, ma sul risultato finale non c’è alcun dubbio».

Angelo Andreoli, tecnico della Vigor Lamezia, si gode il meritato successo della sua squadra. «La Coppa Italia Calabria era uno degli obiettivi, ma c’è tanto da fare. Lo abbiamo centrato a discapito di qualcuno che pensava che non ne fossimo capaci. Oggi è il coronamento di un percorso iniziato ad agosto, con i ragazzi che lavorando sodo hanno raccolto il giusto risultato».

La testa del tecnico, tuttavia, vola alle domeniche che riprenderanno rapide fin da gennaio. «Il campionato resta un obiettivo, perché l’Eccellenza insegna che non si deve mai mollare – spiega Andreoli – Quando la matematica ci condannerà, stringeremo la mano ai nostri avversari. E’ una compagine costruita per lottare su più fronti, ma nonostante questo lo Scalea ci ha messo in difficoltà. Sulla vittoria non ci sono dubbi, ma era giusto sottolinearlo». La mossa vincente è stata spostare Crucitti sull’esterno da cui ha servito la palla vincente a Leta. «Ho azzardato qualcosa mettendo un ’98 in mezzo al campo guadagnando in qualità e sostanza sulle corsie laterali. Ho però calciatori che eseguono questo tipo di giocate anche in allenamento con grande facilità. Tutta la squadra però è stata umile ed ha lottato completando un percorso in cui abbiamo superato le formazioni che ci stanno davanti in campionato».

Lo Scalea è stato degno avversario e Andreoli continua a sottolinearlo. «Era una partita che si poteva sbloccare solo con una giocata di classe, così come abbiamo fatto – aggiunge – La squadra sentiva importanza del match, una gara secca senza appello, e si è visto qualche passaggio sbagliato che in condizione normale viene portato a compimento con tranquillità. Da oggi inizia una nuova fase»

Chiusura dedicata alle grandi manovre: «Il mercato? Ci stiamo guardando intorno per prendere un calciatore in grado di farci fare il salto di qualità e non tanto per – si congeda Andreoli – In organico abbiamo già degli attaccanti, più Marano che per me è un titolare. La società è vigile, ma si sta muovendo per puntellare l’attacco». (Alessandro Storino)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it