Tutte 728×90
Tutte 728×90

Padre Fedele scrive a Gentiloni: «Istituisci un Sottosegretariato alla povertà e ai diritti umani»

Padre Fedele scrive a Gentiloni: «Istituisci un Sottosegretariato alla povertà e ai diritti umani»

Il monaco, rivolgendosi al premier, indica il suo candidato ideale: «E’ Franco Corbelli, un personaggio unico nel panorama italiano, simbolo della solidarietà, dell’onestà e della giustizia».

Padre Fedele Bisceglia, assessore al comune di Cosenza, alla Povertà e al disagio sociale e fondatore dell’Oasi Francescana e del Paradiso dei poveri, nell’immediata vigilia della nomina dei Sottosegretari e Viceministro, rivolge un appello al Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni. Nello specifico ha chiesto al premier l’istituzione di un «Sottosegretariato ai diritti umani, all’immigrazione, alla povertà e al disagio sociale» indicando per questo incarico Franco Corbelli, presidente del movimento “Diritti Civili”.

Padre Fedele ha definito Corbelli «un personaggio unico nel panorama italiano, simbolo della solidarietà, dell’onestà e della giustizia del nostro Paese, un uomo, un non politico, di indubbia capacità, di grande esperienza, di assoluta moralità» . «Al Presidente Gentiloni, che sta per completare la squadra di governo con la nomina dei Sottosegretari e dei Viceministro, chiedo – ha detto il monaco – una particolare attenzione per i diritti umani, per il dramma dell’immigrazione, per il disagio sociale, per i poveri, per gli ultimi. Gli chiedo un gesto simbolico forte, che serve a mandare un segnale di pace al mondo, soprattutto a quello arabo e a dare un reale segnale di cambiamento e una autentica svolta rispetto al passato: l’istituzione di un Sottosegretariato ai diritti umani, all’immigrazione, alla povertà e al disagio sociale».

«Una struttura simile – ha conculso Padre Fedele – sarebbe la prima del genere nel mondo. Sarebbe un messaggio di grande valore e di speranza per milioni di persone (cittadini italiani e immigrati) che vivono condizioni di particolare disagio e sono vittime ogni giorno di piccole e grandi ingiustizie».

Related posts