Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza super a Taranto. De Angelis promosso a pieni voti (3-0)

Cosenza super a Taranto. De Angelis promosso a pieni voti (3-0)

Nel primo tempo Statella dal dischetto e Gambino spianano la strada ai rossoblù. Nella ripresa ci pensa Baclet a mettere in ghiaccio la gara dello Iacovone.

De Angelis dà concretezza a quelle che sono le sensazioni della vigilia: 4-3-3, con Cavallaro e Mungo rispolverati. Statella gioca sull’out destro, al centro dell’attacco invece c’è Gambino. A centrocampo la cabina di regia è affidata al giovane Ranieri, mentre in difesa recupera Corsi. Per il resto, la formazione è quella standard. Prosperi e De Gennaro devono fare a meno di mezza difesa: infortunati Stendardo e Altobello, squalificato De Giorgi, è all’esordio assoluto De Salve (’98). Davanti gioca Magnaghi con il trio Paolucci-Bollino-Viola alla sue spalle.
Primo tempo senza storia, con il Cosenza completamente padrone del campo allo Iacovone. Funziona il tridente, con Cavallaro che taglia in mezzo e con Statella che dà profondità. Sono i due uomini che mandano al manicomio il sistema difensivo ionico e che costruiscono a modo loro il rigore dell’1-0, poi trasformato dall’ala reggina giunta al suo nono centro stagionale. Il raddoppio è figlio della caparbietà di Gambino, ringalluzzito appena mette piede in Puglia. Il 2-0 sta strettissimo agli ospiti al 45’.
La ripresa scorre via sullo stesso leit-motiv, specialmente perché Caccetta e compagni giocano in superiorità numerica dopo il rosso a Pambianchi in occasione del penalty. Le occasioni per i calabresi sono continue e il gol della tranquillità arriva al 24’ con Baclet, abile a farsi trovare pronto su un cross di D’Anna. Il voto all’intero collettivo è altissimo, a De Angelis pure. Guarascio, sugli spalti, si stava stropicciando gli occhi.
CRONACA.
1′ Partiti, batte il Cosenza. Subito un fallo brutto di Balzano su Ranieri: giallo.
3′ Cavallaro batte un calcio di punizione tagliato. Sponda di Caccetta, ma Gambino non arriva in tempo sulla palla.
16′ Buon Cosenza, ma Taranto vicino al gol. Caccetta perde la sfera e gli ionici sfondano a sinistra. Il cross è lungo, ma Viola c’arriva. Perina risponde presente.
19′ Rigore per il Cosenza. Cavallaro apre per Statella che calcia. Pambianchi respinge sulla linea anche il tiro di Cavallaro. Su quello di Caccetta, però, ferma la palla con la mano: Cartellino rosso per lui.
20′ Gol del Cosenza: Statella dal dischetto non sbaglia.
24′ Cosenza ad un passo da raddoppio. Statella sfonda a destra e crossa. Caccetta di testa per poco non raddoppia.
28′ Rilancio lungo di Perina con sfera che capita sul destro di Gambino, scattato alle spalle di Balzano. Il collo piede termina alto.
30′ Cambio nel Cosenza: fuori Ranieri e dentro Capece. Il regista scuola Atalanta messo ko dall’intervento di Balzano dopo pochi secondi.
34′ Raddoppio del Cosenza. Angolo da destra, Capece fa a sportellate in area di rigore con la sfera carambola sul piede di Gambino. Maurantonio è fulminato: 2-0
40′ Ancora Lupi in attacco. Caccetta di sinistro crossa alla perfezione per la testa di Gambino. La zuccata è perfetta, anche la risposta del pipelet del Taranto.
44′ Altra pregevole azione degli ospiti. Corsi con un traversone basso
45’+1 Squadre negli spogliatoi dopo un minuto di recupero.
SECONDO TEMPO.
1′ Doppio cambio del Taranto che, in dieci uomini, si risistema. Dentro Bobb e Boccadamo per Bollino e Russo.
4′ Taranto vicino ad accorciare le distanze. Sampietro taglia dentro per Bobb che elude Perina e calcia a botta sicuro. D’Anna sulla linea salva i suoi.
10′ Fuori Viola, dentro l’ultimo acquisto Som.
13′ Regalo di Tedeschi che sbaglia il rilancio, non ne approfitta Magnaghi che spara in curva.
19′ Cross di Bobb, Corsi vola in rovesciata a levare la palla dai piedi di Magnaghi.
23′ De Angelis decide che è il momento di Baclet, che entra al posto di Gambino.
24′ Il Cosenza mette in ghiaccio la partita. Cross di D’Anna da sinistra, colpo di testa di Baclet appena entrato: 3-0 e tutti a casa.
29′ I calabresi non sono sazi. Statella serve all’indietro un pallone per Capece. La staffilata fa la barba al palo.
37′ Problema muscolare per Cavallaro, dentro il baby Bilotta.
42′ Statella lanciato a rete, solo davanti a Maurantonio si fa ipnotizzare. La doppia cifra è rimandata al 2017.
45′ Concessi due minuti di recupero.
45’+2 Il Cosenza sbanca lo Iacovone.

 

 

Il tabellino:
TARANTO (4-2-3-1): Maurantonio; De Salve, Russo (1′ st Boccadamo), Pambianchi, Balzano; Sampietro, Lo Sicco; Viola (10′ st Som), Bollino (1′ st Bobb), Paolucci; Magnaghi. A disp.: Pizzaleo, De Tomi, Cardea, Garcia, Giunta, Pirrone. All.: Prosperi-De Gennaro
COSENZA (4-3-3): Perina; Corsi, Blondett, Tedeschi, D’Anna; Mungo, Ranieri (30′ pt Capece), Caccetta; Statella, Gambino (23′ st Baclet), Cavallaro (34′ st Bilotta). A disp.: Saracco, Quintiero, Scalise, Meroni, Madrigali, Criaco, Collocolo, Appiah, Filippini. All.: De Angelis
ARBITRO: Volpi di Arezzo
MARCATORI: 20′ pt Stattella (C, rig.), 34′ pt Gambino (C), 24′ st Baclet (C)
NOTE: Spettatori circa 2500 con una cinquantina di ospiti. Espulso al 20′ pt Pambianchi (T) per aver interrotto una chiara occasione da gol; Ammoniti: Balzano (T), Ranieri (C), Viola (T); Angoli: 2-3; Recupero: 1′ pt – 2′ st

Related posts