Tutte 728×90
Tutte 728×90

Taranto-Cosenza: le pagelle

Taranto-Cosenza: le pagelle

Non ci sono insufficienze e non potrebbero essercene dopo una prestazione del genere. Una formazione quadrata, affamata e che lotta su ogni pallone. E’ questo il sunto della trasferta a Taranto, campo s cui il Cosenza ha dominato. Ionici non irresistibili, ma anche grazie all’undici di De Angelis che con il nuovo 4-3-3 funziona che è una bellezza. (Antonio Clausi)

PERINA: VOTO 6 Serata tranquilla, tranne quando non viene superato per un istante nella ripresa.
CORSI: VOTO 6 Inizia titubante, poi prende le misure ai suoi dirimpettai e si concede anche qualche lusso offensivo.
TEDESCHI: VOTO 6 Un suo errore in disimpegno innesca Magnaghi. Non deve sudare più di tanto, ma il reparto che guida è obbligato a mantenere una concentrazione più alta.
BLONDETT: VOTO 6 Vale lo stesso discorso fatto per il compagno. Entrambi, però, sono agevolati dal giocare in superiorità numerica per 70′.
D’ANNA: VOTO 7 E’ il migliore del pacchetto arretrato. Salva su Bobb nella ripresa, poi serve l’assist a Baclet.
MUNGO: VOTO 6.5 In crescita, in quello che probabilmente sarà il suo ruolo definitivo fino al termine della stagione. La sua qualità serviva come il pane.
RANIERI: VOTO 6 Toccato subito duro, deve lasciare il campo alla mezzora. Ha tuttavia il tempo di dispensare dei buoni palloni ai compagni.
CACCETTA: VOTO 6.5 Sontuoso quando nel primo tempo va via ad un avversario con un tocco morbido e crossa per Gambino. Dà sostanza alla mediana.
STATELLA: VOTO 7 E’ l’uomo che dà profondità alla squadra. Con il suo tiro-cross genera il rigore che poi trasforma: nono gol stagionale. Peccato per la doppietta fallita sul finale.
GAMBINO: VOTO 7 Appena lo vedono entrare in campo, i difensori avversari probabilmente si fanno il segno della croce. Lotta come un dannato, si crea le occasioni e segna.
CAVALLARO: VOTO 6.5 Prestazione maiuscola specialmente nel primo tempo quando alterna tagli verso il centro a cross pericolosi dal fondo.
DE ANGELIS: VOTO 7.5 Il Cosenza ha trovato il suo allenatore? A giudicare dallo 0-3 dello Iacovone non ci sono dubbi. Squadra ringalluzzita che lotta su ogni pallone. L’avversario non è irresistibile, ma è la voglia dei rossoblù a stupire. Il messaggio dello spogliatoio a Guarascio è lampante.

Subentrati:
CAPECE: VOTO 6.5 La migliore partita da quando ha detto sì ai Lupi. Geometrie e muscoli. Un altro calciatore rispetto a quello (non) ammirato finora.
BACLET: VOTO 7 Gli basta un minuto per timbrare il cartellino. Si profila un piacevole dualismo con Gambino. Musica per le orecchie di De Angelis.
BILOTTA SV E’ lui il baby della Berretti premiato sullo 0-3, giusto riconoscimento ad un ragazzo dal futuro assicurato.

Related posts