Tutte 728×90
Tutte 728×90

Tansi: «Ecco la app della Protezione Civile. Basta una foto e penseremo al da farsi»

Tansi: «Ecco la app della Protezione Civile. Basta una foto e penseremo al da farsi»

Il responsabile della Protezione Civile spiega: «Se qualcuno dovesse imbattersi in un movimento franoso, un incendio o una esondazione potrà inviarci uno scatto e il sistema localizzerà automaticamente l’area con la geolocalizzazione».

«Entro il 20 gennaio presenteremo la nostra app, con la quale i cittadini potranno interagire con la Protezione Civile e segnalare ogni caso di rischio». Lo dice all’Agi il responsabile della protezione civile calabrese, Carlo Tansi. «Se qualcuno dovesse imbattersi in un movimento franoso, un incendio o una esondazione, per esempio, basterà scattare una foto con il telefonino e il sistema localizzerà automaticamente l’area con la geolocalizzazione e riceverà la foto in modo che la protezione civile possa prendere gli opportuni provvedimenti in tempo reale».

«Inoltre pensiamo anche di realizzare subito dei corsi per specializzare il personale della nostra sala operativa – dice Tansi – e sottolineo anche che è stato varato il nuovo regolamento del volontariato di protezione civile regionale e adesso qualunque associazione che volesse fare il volontariato potrà farlo liberamente, saltando la burocrazia macchinosa che c’era finora, che faceva passare anni e anni».

Tansi tiene a smorzare anche le voci di presunte polemiche nate con il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio. «Nessuna polemica con Oliverio – conclude Tansi – anche perché ha avuto il coraggio di mettere alla protezione civile una persona ribelle come me. C’è qualcuno, evidentemente che vuole speculare su tutto questo e cerca ogni occasione per creare false polemiche, ma si sappia che siamo solo all’inizio delle novità che intendiamo portare nella protezione civile, e soprattutto penso alla messa in sicurezza delle scuole calabresi».

Related posts