Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, per il nuovo ds subito la questione rinnovi. Intoppo per Saracco

Cosenza, per il nuovo ds subito la questione rinnovi. Intoppo per Saracco

Domani secondo summit tra Guarascio e Valoti da cui verrà fuori la decisione della società. Il lavoro sulla scrivania del prossimo direttore sportivo non manca affatto.

Aladino Valoti tornerà domani in Calabria ed incontrerà per la seconda volta Eugenio Guarascio. L’annuncio ufficiale verrà fuori da questo summit, già programmato da lunedì quando i due si salutarono con una stretta di mano. Di lavoro sulla scrivania per il futuro direttore sportivo del Cosenza ce ne sarà fin dal primo giorno e non riguarderà solo la scelta dell’allenatore. Stefano De Angelis resta in vantaggio su Alessandro Erra e fino al Matera non dovrebbe essere in discussione. Poi si vedrà.

Le strategie riguardanti il mercato in entrata saranno frutto di un’attenta valutazione con tecnico e presidente, ma a tenere banco saranno anche i rinnovi contrattuali. In scadenza ci sono diversi elementi della prima squadra che attendono di capire la posizione della società per regolarsi di conseguenza. Il caso più eclatante è rappresentato dal capitano Cristian Caccetta (‘86), con il quale Cerri non è andato oltre dei semplici pour parler. Il rendimento del centrocampista siciliano è stato altalenante come quello della squadra, ma i quattro gol messi a segno rappresentano una buona base da cui iniziare a trattare. Molto più spinosi sono i casi dei centrali Luca Tedeschi (‘87) e Edoardo Blondett (‘92): nessuno dei due ha ricevuto per adesso chiamate dalla società. L’ex Crotone ha sottolineato in un’intervista che ad oggi le priorità riguardano il campionato, lo stopper genovese invece è appetito da qualche club di B e servirà un’offerta adeguata per trattenerlo. E’ a scadenza pure Giuseppe Gambino (‘84) che il suo contributo in attacco lo sta dando e che con il nuovo allenatore spera di avere più palloni giocabili per quelle che sono le sue caratteristiche.

Infine, c’è la situazione di Umberto Saracco (‘94) da definire una volta per tutte. In estate vi raccontammo come il portiere torinese avesse messo la firma sul prolungamento del contratto. Chi ne cura gli interessi si presentò in ritiro a Lorica per definire l’accordo di cui Roselli e Cerri parlarono pubblicamente in diverse occasioni. Bene, nulla è stato ancora depositato in Lega perché il modulo (compilato anche una seconda volta) è divenuto nullo per via della scadenza dei termini di validità. Il vice di Perina, per il quale il rinnovo è stato depositato dieci giorni dopo la firma, è pertanto disponibile a parametro zero. (Antonio Clausi)

Related posts