Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cerri accetta l’incarico. Nel mercato in tandem con Valoti, poi lo scouting

Cerri accetta l’incarico. Nel mercato in tandem con Valoti, poi lo scouting

Il nuovo ruolo vedrà Cerri impegnato alla ricerca di calciatori da segnalare alla società di appartenenza. Ma a giugno gli scadrà il contratto.

Guarascio, Valoti e Cerri: è la nuova triade del Cosenza. I tre hanno discusso tutti insieme oggi a Lamezia Terme di quello che sarà il futuro dei rossoblù e hanno posto le linee guida di ciò che avverrà fino a giugno. Sì, perché il giorno 30 di quel mese è già un deadline importante.

Il presidente ha affidato l’incarico di direttore sportivo all’ex centrocampista del 1914 che a distanza di 16 anni è tornato in città per riportare la squadra laddove l’aveva lasciata: in Serie B. Toccherà a lui operare sul mercato, sistemare i calciatori non ritenuti funzionali al progetto e ingaggiarne dei nuovi. Come spiegato in un altro articolo, l’organico ha un solo posto libero per gli over: ingaggiarne degli altri implica qualche cessione o lo spostamento fuori delle liste di uno o più elementi sotto contratto. 6 mesi messi nero su bianco anziché i 18 ipotizzati. Il secondo anno è un’opzione, probabile che venga esercitata a prescindere.

Massimo Cerri, nel frattempo, ha accettato la proposta fattagli dalla società. Curerà il settore scouting in prima persona e relazionerà a Valoti stesso. Con le carte sistemate così in tavola, è giusto esplicitare una riflessione. Come e chi giudicherà il suo lavoro se l’ingaggio di potenziali talenti o elementi da Cosenza verrà effettuato a partire solo dal primo luglio, cioè da quando non ci sarà più? L’impressione è che Guarascio abbia inteso solo onorare la parola presa in estate, quando lo inserì nel Consiglio d’amministrazione per potergli permettere di operare con libertà e di muoversi per conto della società. Cerri, nel frattempo, a gennaio coadiuverà il ds nelle operazioni in uscita e di rinnovo: situazioni che aveva già intavolato negli ultimi tempi. Il Cosenza, pertanto, da oggi riparte con un nuovo interprete e con le posizioni di comando rivoluzionate. Almeno fino al 30 giugno, poi si vedrà. Di nuovo… (Antonio Clausi)

Related posts