Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, il mercato parte con l’obiettivo Kanoutè. Ecco le prime mosse

Cosenza, il mercato parte con l’obiettivo Kanoutè. Ecco le prime mosse

Non sarà una sessione semplice, perché oltre ad Appiah saluteranno almeno altre due pedine over. Valoti e Cerri intenzionati ad operare in ogni zona del campo.

Scelto il ds, è tempo di calciomercato e di rinforzare la squadra che il 21 gennaio affronterà il Matera allo stadio Marulla. Non sarà una sessione facile per Aladino Valoti e Massimo Cerri: il Cosenza per alzare l’asticella ha bisogno di effettuare qualche operazione in uscita. Almeno due, chiaramente over, per operare con fluidità. In entrata c’è già un nome tra i più interessanti della categoria: Mamadou Kanoute (‘93). Ad ogni modo, procediamo con ordine.

Il club ha intenzione di mettere mano in tutti e tre i reparti, con particolare attenzione al ruolo di difensore centrale (si cerca un mancino) e di terzino sinistro (dove potrebbe arrivare un under). Inevitabilmente qualcuno andrà via. A centrocampo è caccia aperta al metromono: Capece è segnalato in crescita, ma va considerata l’ipotesi che gli venga affiancata un’altra pedina. Arrigoni del Lecce ad oggi non è pista praticabile, ma le vie del mercato sono infinite. In attacco partiranno un paio di elementi, tra cui sicuramente Samuel Darko Appiah (‘97).

In entrata, come detto, c’è una sola certezza: Kanoute, desiderio estivo del presidente Guarascio e di Giorgio Roselli. Il talentuoso calciatore in forza alla Juve Stabia è di proprietà del Benevento, che ha intenzione di modificare la società destinataria del prestito in modo da garantirgli un numero maggiore di presenze. Il ragazzo non ha bisogno di presentazioni, tanto che ad agosto Cerri le provò tutte pur di portarlo al Marulla. Per via di una stretta di mano già suggellata tra i due club campani saltò tutto e si virò poi su altri obiettivi. Adesso il ritorno di fiamma, con il calciatore senegalese che ha già espresso ampio gradimento per la sua eventuale nuova destinazione. Con le Vespe ha giocato quasi sempre, ma solo nella metà dei casi dall’inizio. A fronte di 19 presenze l’ha buttata dentro tre volte: Siracusa, Lecce e Akragas le sue vittime. (Antonio Clausi)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it