Tutte 728×90
Tutte 728×90

Giudice Sportivo: il Matera a Cosenza senza due pezzi grossi

Giudice Sportivo: il Matera a Cosenza senza due pezzi grossi

Sono 16 in tutto i calciatori squalificati dopo l’ultimo turno di campionato disputato nel 2016. Singolare la motivazione della multa rifilata al Catanzaro.

Il Giudice Sportivo Not. Pasquale Marino, assistito dal Rappresentante dell’A.I.A. Sig. Roberto Calabassi, nella seduta del 9 Gennaio 2017 ha adottato una serie di deliberazioni che interessano da vicino il Cosenza perché i prossimi avversari del Matera perdono due colonne dell’undici titolare. Al Marulla, infatti, non giocheranno il centrocampista Iannini e Carretta, rispettivamente tra i migliori centrocampisti ed esterni dell’intera Lega Pro. Da segnalare, inoltre, la multa al Catanzaro: la motivazione è davvero curiosa.

AMMENDE SOCIETA’:
3500 euroTARANTO F.C. 1927 S.R.L. perché propri sostenitori durante la gara intonavano cori offensivi verso le forze dell’ordine e l’istituzione calcistica; i medesimi introducevano e facevano esplodere nel proprio settore un petardo e lanciavano nel recinto di gioco numerose bottigliette in plastica vuote e bicchieri in plastica, il tutto senza conseguenze.
2000 euro A.C.R. MESSINA S.R.L. per indebita presenza nel recinto di gioco, prima dell’inizio della gara, di persone non identificate, ma riconducibili alla società, che rivolgevano ai calciatori della squadra avversaria reiterate frasi offensive e minacciose.
2000 euro MELFI S.R.L. per indebita presenza negli spogliatoi al termine della gara di persone non identificate, ma riconducibili alla società, che rivolgevano alla terna arbitrale frasi offensive
500 euro CATANZARO CALCIO 2011 SRL per mancanza di acqua calda alle docce dello spogliatoio della squadra avversaria.

CALCIATORI:
SQUALIFICA PER QUATTRO GARE EFFETTIVE
BANGU
LUZAYADIO (URBS REGGINA 1914 S.R.L.) per aver colpito con un calcio un avversario a gioco fermo e per comportamento offensivo verso l’arbitro dopo l’espulsione.

SQUALIFICA PER DUE GARE EFFETTIVE
CICCONE
NICOLA (A.C.R. MESSINA S.R.L.) per essere indebitamente entrato sul terreno di gioco e per avere colpito con una spallata un calciatore della squadra avversaria (r.A.A., calc. ris.).
PREZIOSO MARIO FRANCESCO (FRANCAVILLA CALCIO S.R.L.) per doppia ammonizione, per proteste verso l’arbitro e per condotta scorretta verso un avversario; dopo l’espulsione rientrando negli spogliatoi profferiva una espressione blasfema (r.A., r. cc e proc.fed.).
SARANITI ANDREA (VIBONESE CALCIO S.R.L.) per comportamento offensivo verso l’arbitro.

SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA
PICCINNI MARCO (FIDELIS ANDRIA 1928 S.R.L) per aver commesso fallo su un avversario lanciato a rete, senza ostacolo.
ESPOSITO GIANLUCA (JUVE STABIA S.R.L.) perchè al termine della gara assumeva atteggiamento irriguardoso e provocatorio nei confronti dei sostenitori della squadra avversaria (r.cc)
PELLEGRINO ROCCO (MONOPOLI 1966 S.R.L.) per comportamento non regolamentare in campo e per atteggiamento irriguardoso verso la terna arbitrale (calc. ris.).
PAMBIANCHI FRANCESCO (TARANTO F.C. 1927 S.R.L.) perchè giocava il pallone con le mani impedendo all’avversario l’opportunità di segnare una rete.
COSENZA FRANCESCO (LECCE SPA) per doppia ammonizione entrambe per condotta scorretta verso un avversario.
MACCARRONE GIORDANO (MESSINA), PANE PASQUALE (AKRAGAS), DI CECCO DOMENICO (CATANIA), SCOPPA FEDERICO MATIAS (CATANIA), CARRETTA MIRKO (MATERA), IANNINI GAETANO (MATERA), GREA ALESSIO (MELFI), MARRUOCCO VINCENZO (PAGANESE), BOTTA STEFANO (REGGINA)

 

Related posts