Tutte 728×90
Tutte 728×90

Donna aggredita in casa. Un uomo tenta la rapina e la colpisce col calcio della pistola

Donna aggredita in casa. Un uomo tenta la rapina e la colpisce col calcio della pistola

Il crimine si è consumato a Trenta, alle porte di Cosenza. Il malvivente aveva citofonato per suggerire alla vittima di spegnere i fari dell’autovettura parcheggiata lì vicino.

Sono stati attimi lunghissimi. Attimi di terrore. Un donna di 70 anni è stata aggredita all’interno della propria abitazione da un malvivente intenzionato a sottrargli gli averi custoditi tra le mura domestiche. Il fattaccio si è consumato a Trenta, a pochi chilometri da Cosenza.

Era già notte quando l’anziana ha sentito bussare al proprio citofono. Dall’altra parte una voce gentile che la informava di come avesse dimenticato accese le luci dell’automobile. Per evitare brutte sorprese ed impedire alla batteria di scaricarsi – avrà pensato – meglio scendere e chiudere i fari dell’autovettura. I minuti successivi, descritti stamattina dalla Gazzetta del Sud, sono pura follia.

Lo scalmanato, sulla cui identità indagano gli uomini della scientifica una volta ricevuto l’imput del pm di Cosenza Mario Spagnuolo, a quel punto mette in atto il piano diabolico. Armato di pistola inizia a strattonare la donna, intimandole di condurlo in casa dove avrebbe fatto razzia dei suoi beni. La paura immobilizza per qualche istante la 70enne che non riesce ad abbozzare alcuna reazione fin quando non trova la forza per urlare e chiedere aiuto. L’uomo, per evitare che le grida possano insospettire qualcuno, colpisce alla testa la vittima intontendola e si dà alla fuga senza nulla in saccoccia. La donna è ricoverata in terapia intensiva per trauma cranico e sul caso sta indagando l’Arma dei Carabinieri.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it