Tutte 728×90
Tutte 728×90

Amantea, tre punti d’oro con la Brutium (2-1)

Amantea, tre punti d’oro con la Brutium (2-1)

Succede tutto nel primo tempo con Tucci e Pirillo che rendono vano il momentaneo pareggio di Attanasio. Blucerchiati sono sempre a -1 dalla vetta.

Vince l’Amantea, ma la Brutium Cosenza non ha demeritato. Il 2-1 finale rende onore ai padroni di casa che hanno mostrato maggiore concretezza sotto porta e hanno saputo reggere gli ultimi minuti in inferiorità numerica. I blucerchiati continuano la loro corsa in testa alla classifica (sono a -1 dal Cotronei), mentre per i rossoblù c’è da rimboccarsi le maniche per conquistare la salvezza. I presupposti ci sono, ma serve maggiore cattiveria specialmente in trasferta (clicca qui per risultati e classifica).

L’inizio del match sorride ai padroni di casa, con Tripodi che impegna subito Fabiano su una punizione calciata da posizione laterale. L’azione prosegue e Tucci, servito sul filo del fuorigioco, gonfia la rete dopo appena un giro d’orologio. Partire con l’handicap non è il massimo della vita, ma la Brutium non demorde e costruisce passo dopo passo la sua partita. Dopo una parata del pipelet cosentino su Raimondo (6’), gli uomini di Bacilieri si fanno vivi dalle parti Carbone con Caruso. Ci prova dalla distanza con un fendente, ma la mira è sbagliata. Al 20’ il match viene sospeso per almeno cinque minuti dopo che un collaboratore dell’arbitro è stato travolto da due calciatori che si contendevano la sfera. Alla ripresa del gioco, arriva il pareggio.

Attanasio si incarica di battere un calcio franco e lo trasforma con una splendida prodezza balistica. La palla si insacca sotto l’incrocio e regala una grande esultanza alle decine di sostenitori ospiti presenti in tribuna e mescolati con amicizia ai fan di casa. La gioia per la Brutium dura pochissimo, perché al 39’ l’Amantea si riporta in vantaggio. La retroguardia dei Lupacchiotti spazza male su una punizione dalla distanza, ne approfitta Pirillo che indovina la traiettoria giusta dal limite dell’area. Negli spogliatoi è dura sbollire la rabbia, ma la ripresa è affrontata da entrambe le compagini con grande ritmo. Le occasioni, tuttavia, latitano perché i tirrenici sono bravi a chiudere ogni varco. Nelle fasi finali il rosso a Perciavalle, ma la Brutium non ne approfitta.

 

AMANTEA-BRUTIUM COSENZA 2-1
AMANTEA:
Carbone, Fera, Gentile, Ambrogio, Perciavalle, De Luca, Gagliardi (31’ st Miraglia) Pirillo, Tucci (40’ st Bruno), Raimondo, Tripodi (24’ st Amendola). A disp.: Chieffa, Chianello, Oleandro, Curcio. All.: Caruso
BRUTIUM COSENZA: Fabiano, Urso, Greco, Caruso, Ponzio, Ferraro, Casciaro (6’ st Pincipe), Coscarelli, (21’ st Caruso), Fiumara, Attanasio, Principato (13’ st Filareti). A disp.: Iusi, Manneh, Scarlato, De Carlo. All.: Bacilieri
ARBITRO: Bottura di Crotone
MARCATORI: 1’ pt Tucci (A), 33’ pt Attanasio (BC), 39’ pt Pirillo (A)
NOTE: Spettatori 300. Espulso per somma di ammonizione Perciavalle (A). Ammoniti: Ambrogio, Miraglia, Bruno per l’Amantea; Urso, Attanasio e Principato per la Brutium. Angoli: 3-2 per l’Amantea. Recupero: 5’ pt – 6’ st

Related posts