Tutte 728×90
Tutte 728×90

Misurelli porta il alto i colori della Cosenza K42

Misurelli porta il alto i colori della Cosenza K42

Eccellente esordio con la pettorina della Cosenza K42 per il nuovo acquisto del sodalizio podistico cosentino. Il giovane atleta ha sorpreso davvero tutti per la tenacia.

Eccellente esordio in giallonero domenica scorsa al Cross di Jonadi, in provincia di Vibo Valentia, per il nuovo acquisto della Cosenza K42 Edoardo Misurelli. Il giovane atleta classe ’97, al suo primo anno Promesse, ha sorpreso positivamente tutti gli addetti ai lavori per la tenacia con cui ha condotto i non facili dieci chilometri di fango e ortiche, mettendosi in luce su una distanza a lui non proprio congeniale. Oltre al talentuoso mezzofondista rendese, il coach Maurizio Leone ha inserito alla prima delle due prove del Campionato Regionale Assoluti di Società, anche altre due promesse emergenti. Il classe ‘97 Andrea Leto ed il classe ‘98 Alberto Giungato.

La nuova linea verde proposta dal direttore tecnico della Cosenza K42, lancia dal cuore della costa degli dei, un segnale forte al movimento dell’atletica calabrese: la crescita tecnica non può prescindere dai giovani. Nonostante le assenze pesanti in casa giallonera di Arena, Terranova, Pronestì e Scionti, l’apertura stagionale di squadra ha regalato ugualmente un doppio primo posto sia al maschile che al femminile. La gara degli uomini è stata caratterizzata da un susseguirsi di capovolgimenti in testa alla corsa. Alberto Caratozzolo ed Aldo Carbone hanno guidato da veri capitani il gruppo dei giovani atleti bruzi, non lesinando sforzi pur di rosicchiare posizioni agli avversari, risultando determinanti ai fini della classifica finale. L’outsider Misurelli dopo aver condotto in testa buona parte della gara, chiude in terza posizione con il tempo di 35’20’’, dietro al vincitore Antonio Amodeo della Corricastrovillari ed a Davide Pirrone dell’Hobby Marathon Catanzaro. Caratozzolo si piazza 6° con il crono di 35’58’’ seguito da Carbone, 7° in 36’29’’, nonostante una rovinosa caduta. Ottimo l’apporto arrivato dal crotonese Alberto Giungato, giunto 8° al traguardo in 36’31’’. La prestazione del caterpillar Francesco Turano è risultata preziosissima, bravo a chiudere all’11° posto in 37’04’’. Al 15° posto in 37’33’’, il redivivo Emanuele Sesti.

L’altro esordiente in gara, Andrea Leto, si classifica al 18° posto con il tempo di 38’02’’ se pur penalizzato da un forzato rallentamento, causa la perdita di uno scarpino. Stefano Bruno conclude al 22° posto in 39’10’’. A seguire Damiano Spina, Massimiliano Caputo, Piero Conforti, Vittorio Iantorno, Daniele Percacciuolo e Stefano Saetta. Nella prova femminile, Spyridoula Souma primeggia facile, anticipando di 46 secondi la competitor Francesca Paone della Fiamma Atletica Catanzaro. Al terzo posto Valentina Maiolino della Corricastrovillari. Contribuiscono ad inserire in cassaforte il primo posto a squadre per la Cosenza K42, il trio reggino formato da Grazia Toma, 6^ in classifica generale, seguita da Irene Pascone e dalla bravissima ventiduenne Elisa Adamo, anche lei all’esordio. Dodicesimo posto in graduatoria infine per Giada Perticaro. Sulla prova dei 5 km dedicata agli Allievi, Ayoub Idam corre facile e vince senza patemi in 16’17’’. Al terzo posto Simone Biase, altro giovane interessante allenato dal tecnico Scipione Pacenza ed inserito da quest’anno nel rinnovato team giovanile del Club presieduto da Pino Vecchio.

Related posts