Tutte 728×90
Tutte 728×90

Arrivi e partenze, ecco la nuova geografia dei giudici calabresi

Arrivi e partenze, ecco la nuova geografia dei giudici calabresi

Giudici che vanno e giudici che vengono. E’ in corso un cambiamento radicale nella geografia dei giudici calabresi. Nei prossimi mesi, tuttavia, potrebbero esserci altri spostamenti eccellenti. Il Csm dovrà scegliere anche il nuovo procuratore di Paola dopo la nomina di Bruno Giordano.

Non ci sono acquisti o cessioni, ma solo arrivi e partenze. E’ azzardato chiamarlo il “calciomercato dei giudici” ma il concetto è quello. I tribunali calabresi riorganizzano le sezioni. A cominciare dalla nomina ormai ufficiale di Bruno Giordano nuovo procuratore capo di Vibo Valentia.

A Paola, invece, è corsa a tre. Il successore dell’ex pm di Reggio Calabria potrebbe uscire da una terna di nomi al vaglio del Csm. Due sarebbero in servizio in Calabria e uno in Campania.

Il tribunale di Cosenza, sotto la guida del presidente Maria Luisa Mingrone, perde il giudice Manuela Morrone che passa al tribunale di Palmi nella sezione penale, e il giudice Marco Bilotta destinato al tribunale di Crotone. Quest’ultimo tuttavia ha presentato un’istanza per essere applicato ai due processi più importanti che segue dall’inizio: il caso dei “badge” dell’Asp di Cosenza e la morte del piccolo Giancarlo Esposito. E ancora: il giudice Lucia Angela Marletta si trasferisce al civile, mentre al suo posto fa il cammino inverso il giudice Urania Granata.

Per quanto riguarda la sezione gip/gup oltre al giudice Giuseppe Greco potrebbero esserci altri ingressi. Dal tribunale di Castrovillari sarebbe in arrivo il giudice Loredana De Franco destinata forse alla sezione gip/gup che oggi è composta anche dai giudici Salvatore Carpino, Giusy Ferrucci e Francesco Luigi Branda.

Nuovo arrivo anche in procura: il magistrato che entrerà in servizio a breve proviene dalla procura di Sassari: si tratta di Emanuela Greco che lascia la Sardegna dopo quasi 4 anni.

A Catanzaro, invece, il procuratore capo Nicola Gratteri attende di conoscere quali saranno gli ulteriori rinforzi che da tempo chiede al ministro della Giustizia Andrea Orlando. Anche in questo caso ci saranno arrivi e partenze. Qualcuno dei pm in forza alla Dda potrebbe scegliere nuove destinazioni.

A Reggio Calabria, infine, i prossimi mesi saranno importanti per capire chi sarà il nuovo procuratore capo al posto di Federico Cafiero de Raho. Un ruolo ambito da tutti i magistrati italiani e soprattutto da chi ha già lavorato in riva allo Stretto. (Antonio Alizzi)

Related posts