Tutte 728×90
Tutte 728×90

Rende, si rinnova la sezione del partito Socialista. Il segretario Tenuta: «Un anno positivo»

Rende, si rinnova la sezione del partito Socialista. Il segretario Tenuta: «Un anno positivo»

Venerdì sera, presso l’Hotel Marconi di Rende, si è svolta l’assemblea cittadina degli iscritti del partito del Garofano Rosso. Ordine del giorno, il rinnovo dei componenti gli organismi di sezione: direttivo e centro studi. 

A far parte del consiglio direttivo, oltre al segretario Francesco Tenuta, e ai due vice segretari eletti, Luisella Stranges e Florindo Pastore, anche Gianluca Morrone, Antonio De Masi, Michele Casciaro, Daniele Reda, Veronica Stellato, Francesco Praticò, Ido Iantorno, Piervincenzo Caruso, Francesco Casciaro, Pierfrancesco Ruffolo, Giovanbattista Lopez e Salvatore Bartucci.

Ai militanti storici del partito socialista, invece, è stata affidato il centro studi, col compito di formulare proposte e sollecitare il dialogo attorno alle più importanti tematiche sociali, economiche e culturali, inerenti lo sviluppo dell’intero territorio rendere. «E’ trascorso più di un anno – ha affermato Tenuta – da quando è stata inaugurata la sezione PSI “F. Principe”, che mi onoro di rappresentare. È stato un anno davvero positivo. Il mio ringraziamento va ovviamente a tutti i componenti del direttivo e del centro studi che insieme a me hanno contribuito, in maniera determinante, a far ritornare grande il partito nella città di Rende. Un città intera ha molto apprezzato il nostro lavoro, ha molto apprezzato il nostro modo di intendere e interpretare la politica. Una comunità che, con molto entusiasmo, ci ha accolto nelle loro contrade e che, con altrettanta passione, ha inteso partecipare attivamente alle tappe del tour, rendendosi artefici, in prima persona e senza alcun “filtro”, del programma politico della loro città. Da oggi, però, ripartiamo ancor più determinati di prima, per combattere la politica del nulla dell’attuale governo cittadino».

Sulla futura azione politica del partito socialista, abbastanza chiari sono stati i concetti ribaditi nel corso dell’assemblea: «Il perimetro dell’agire politico della nostra sezione – afferma ancora Tenuta – non si “sposterà” di un millimetro. Siamo un partito libero, indipendente, autonomo. Due le parole chiavi della nostra azione: tradizione e rinnovamento, che, tradotto, vuol dire che la migliore tradizione socialista riformista scandirà il nostro agire, non senza, però, rinnovare la politica negli uomini ma, soprattutto, nelle idee. 

In questo senso, ho accolto con molto favore i propositi espressi, qualche giorno fa sulla stampa, da alcuni esponenti delle altre forze politiche del centrosinistra, che hanno ribadito la necessità di rinnovare la politica, adeguandola alle impellenti e complesse sfide del futuro, con l’innesto di nuove generazioni. Tradizione riformista e rinnovamento della politica, dunque, rappresentano per noi socialisti, presupposti inderogabili e indefettibili, per dare speranza ad una città oramai sfigurata da una politica assolutamente incapace di governare i seri processi di sviluppo».

Related posts