Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, sei in scadenza. Da Blondett a Caccetta: la situazione

Cosenza, sei in scadenza. Da Blondett a Caccetta: la situazione

Cinque elementi della formazione titolare sono già liberi di potersi accasare dove credono. I casi più eclatanti sono quelli della coppia di centrali e del capitano.

Caccetta, Tedeschi, Blondett, D’Anna, Cavallaro e Saracco. Sono loro, escluso Scalise che è già stato posto fuori lista, i calciatori che il Cosenza ha in scadenza. Gli altri vantano contratti più lunghi, almeno fino al giugno del 2018, o sono in prestito da altre società come D’Orazio  e Letizia. Chiuso il calciomercato invernale, a Valoti adesso toccherà gestire le singole situazioni come ha già fatto a gennaio. Il ds ha spento sul nascere ogni velleità di rinnovo, respingendo con fermezza il pressing di agenti e giocatori. Ha rinviato tutto ai mesi di febbraio/marzo che, per evitare autogol come quelli realizzati un anno fa, è probabile partoriscano novità in tal senso. Sempre che il club gradisca trattenere gli atleti di cui sopra.

A novembre si era partiti con il piede giusto. Prima Pinna (2018) e poi Perina (2020) avevano firmato il prolungamento con Via degli Stadi, mostrando come il presidente Guarascio avesse imparato la lezione. Poi l’esonero di Roselli e il calo di rendimento della squadra hanno provocato il nuovo blocco delle operazioni. Chi si aspettava si essere tra i primi è Cristian Caccetta (‘86) che attende una chiamata ormai da luglio. Chi ne cura gli interessi ha un appuntamento telefonico con Valoti tra un paio di settimane: il direttore sportivo si è riservato un po’ di tempo per valutare la situazione. Nel caso ci fosse la volontà di rinnovare col capitano si discuterebbe innanzitutto della durata del contratto.

I casi più spinosi sono sicuramente quelli di Luca Tedeschi (‘87) ed Edoardo Blondett (‘92). Formano la coppia di marcatori centrali ormai da due stagioni e non hanno certezze sul proprio futuro. Ad oggi è complicato ipotizzare di rivederli ancora in rossoblù, se non fosse altro che la società non si è fatta mai sentire con loro. L’ex Samp, inoltre, è stato cercato dall’Ascoli nelle ultime due sessioni di mercato e vanta ambizioni neppure tanto velate di cimentarsi in un’esperienza di Serie B.

Molto curioso il caso di Umberto Saracco (‘94). Come spiegato già ad inizio anno, l’agente ha firmato un paio di volte il prolungamento, ma non è stato mai depositato. Una decina di giorni fa il suo entourage ha declinato le avance del Prato, ora aspetta di conoscere le intenzioni del Cosenza. I rossoblù sanno che la stagione prossima perderà lo status di under, ma guadagnerà quello di calciatore bandiera. Un altro torneo in panchina, tuttavia, non ha intenzione di trascorrerlo.

La chiusura è dedicata ai due elementi più esperti del gruppo. Giovanni Cavallaro (‘82) e Emanuele D’Anna (‘82) fanno parte con continuità dell’undici titolare, ma la loro posizione sarà presa in esame solo a stagione conclusa. (Antonio Clausi)

Related posts