Tutte 728×90
Tutte 728×90

Stalking, risse, minacce con un’ascia in mano e detenzione di munizioni. Undici denunce

Stalking, risse, minacce con un’ascia in mano e detenzione di munizioni. Undici denunce

Parecchio lavoro nei giorni scorsi per i Carabinieri che hanno avuto il loro bel da fare durante i normali controlli di routine sul territorio.

Undici denunce ed una segnalazione in diversi controlli effettuati nei giorni scorsi dai carabinieri della Compagnia di Rende. A Montalto Uffugo, denunciato un cinquantenne per atti persecutori e mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice. I militari hanno accertato che l’uomo, sottoposto alla misura del divieto di non avvicinarsi alla ex moglie, nella serata del 6 febbraio scorso ha avvicinato la donna all’interno di un distributore di carburanti e l’ha insultata con frasi ingiuriose e diffamatorie.

Denunciato anche un trentasettenne cosentino per esercizio arbitrario delle proprie ragioni e lesioni personali. Nella serata del 24 gennaio scorso, a seguito di una lite per futili motivi con un cinquantenne di Montalto Uffugo, il cosentino lo ha colpito al volto causandogli lesioni giudicate guaribili in 30 giorni.

Denunciate anche, per rissa, 4 persone di Montalto Uffugo, parenti tra di loro, che hanno litigato, ferendosi lievemente, discutendo sulla proprieta’ di un terreno.

I carabinieri hanno poi segnalato come assuntore di sostanze stupefacenti un cosentino di 28 anni, trovato in possesso di un involucro in cellophane contenente un grammo di marijuana.

Denunciato anche un ventinovenne di Castrovillari, ma residente a Torano Castello, per minacce. Il giovane, brandendo un’ascia, ha infatti minacciato un trentacinquenne di Torano, a seguito di una lite.

Ad Acri, denunciati una cinquantottenne e un quarantenne, madre e figlio, per detenzione abusiva di armi o munizioni. La donna, a seguito di una perquisizione domiciliare, per eludere i controlli ha provato anche a lanciare dal balcone un involucro contenente 5 cartucce calibro 12 a pallettoni, risultate essere di proprietà del figlio, privo di autorizzazione per la detenzione di armi o munizioni.

A Rende, denunciati invece un trentaseienne, nato in Germania e residente a Luzzi, per rifiuto di sottoporsi ad accertamento etilometrico e un quarantacinquenne cosentino per guida senza patente, che gli era stata revocata.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it