Tutte 728×90
Tutte 728×90

Recupero del centro storico di Cosenza, istituito un tavolo tecnico

Recupero del centro storico di Cosenza, istituito un tavolo tecnico

Venerdì mattina a Palazzo dei Bruzi il primo confronto fra i rappresentanti dell’Amministrazione Occhiuto, il Presidente della Provincia Iacucci e delegati della Regione e dell’Aterp. «Necessario predisporre una quadra tecnica composta da mediatori socio-culturali e giovani professionisti».

E’ stato ufficialmente aperto venerdì mattina a Palazzo dei Bruzi il tavolo permanente per il recupero del centro storico di Cosenza. L’Amministrazione Occhiuto ha, dunque, deciso di accogliere le suggestioni e le proposte che comitati e associazioni avevano raccolto in un documento sottoposto all’attenzione dell’Esecutivo. «L’obiettivo – si legge nella nota diffusa ieri dall’Ufficio stampa del Sindaco – è produrre piccoli step in avanti per convergere tutti insieme verso la risoluzione dei problemi di un macro sistema complesso».

Hanno preso parte all’inizio dei lavori il vice sindaco, Jole Santelli, il capo gabinetto, Antonio Molinari e l’assessore ai lavori pubblici Francesco Caruso, in qualità di rappresentanti del Sindaco Mario Occhiuto, presenti anche il Presidente della Provincia Franco Iacucci e delegati della Regione e dell’Aterp.

Ad apertura dell’incontro gli esponenti dell’Esecutivo hanno messo in evidenza i lavori già effettuati dall’Amministrazione Occhiuto nel Centro storico della città negli ultimi cinque anni: dalla ristrutturazione del Castello Svevo al restauro di edifici e monumenti pubblici, per una spesa totale di dodici milioni di euro. Inoltre, come già annunciato di recente, il Comune ha stanziato un milione e mezzo di euro di fondi di bilancio per la demolizione di alcuni edifici a rischio, mettendo a disposizione dei cittadini delle schede specifiche attraverso cui raccogliere le informazioni sullo stato degli immobili, necessarie ai fini del monitoraggio delle condizioni sulla pericolosità sismica.

«La riqualificazione è graduale, ma le opere realizzate sono un dato di fatto imprescindibile – ha dichiarato la vice sindaco Santelli – L’Amministrazione proseguirà nel percorso non semplice del recupero con politiche mirate che guardano alla conservazione, passando per la prevenzione sismica. E’ importante valorizzare l’esistente – ha concluso – in un’ottica di crescita che non può prescindere dalla messa in sicurezza delle strutture».

Tra gli obiettivi di Palazzo dei Bruzi, emersi nel corso del confronto, vi è quello di creare – si afferma nel comunicato – una task force di mediatori culturali e sociali per fronteggiare le piaghe della dispersione scolastica, della prostituzione minorile e dell’accattonaggio. Inoltre – si conclude – è stato proposto di costituire un pool di giovani professionisti, sulla carta già esistente, che metteranno a disposizione competenze e progettualità. (Maddalena Perfetti)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it