Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza-Reggina: le pagelle

Cosenza-Reggina: le pagelle

Pacchiano l’errore di Caccetta con cui ha dato il via alle danze nel primo tempo. Bene Calamai, Letizia e Cavallaro. Insufficienti invece i due centrali.

Una partita che il Cosenza avrebbe dovuto vincere e che invece non è riuscita a portare a casa. Due punti, contro Vibonese e Reggina, sono troppo pochi anche se affrontate di seguito. Il peggiore è stato Caccetta, apparso fuori dal gioco dopo l’errore iniziale. Male anche i due centrali che hanno commesso degli errori. Brilla D’Orazio. (Antonio Alizzi)

PERINA: VOTO 6.5 Poco impegnato dalla Reggina nonostante il gol in avvio che poteva spezzare le gambe ai rossoblù. Nel finale ci mette una pezza.
CORSI: VOTO 5.5 Poche discese offensive degne di questo nome. Sbaglia diversi passaggi e in fase difensiva concede qualcosa.
TEDESCHI: VOTO 5 Gioca la sua 100esima partita con la maglia dei Lupi e a differenza di altri giocatori di esperienza si lascia sovrastare da Coralli che realizza una doppietta.
BLONDETT: VOTO 5 La difesa dimostra di avere più di una lacuna. L’ex Sampdoria, a parte una chiusura nel primo tempo non brilla per attenzione e determinazione.
D’ORAZIO: VOTO 7 Ha il merito di segnare il momentaneo 1-1 e di rimettere il risultato in parità nel momento più difficile del match. Possiamo perdonargli qualche disattenzione in difesa.
CALAMAI: VOTO 6.5 Smista palloni a destra e a sinistra, ma ciò non gli consente di avere lo stesso atteggiamento tattico quando deve coprire la sua zona di competenza. Rimane il più intraprendente del Cosenza.
CACCETTA: VOTO 4.5 Il capitano incappa nella peggior prestazione stagionale, tanto che l’allenatore decide di sostituirlo. L’errore iniziale è solo il primo di una lunga serie. Perde fiducia dopo il patatrac che causa il primo gol di Coralli.
STATELLA: VOTO 5.5 Corre, dribbla ma sempre a testa bassa. Prova la giocata individuale ma manca di incisività nelle due frazioni di gioco.
LETIZIA: VOTO 6.5 Gioca da mezzapunta, ma potrebbe esprimersi ad alti livelli anche da esterno in un ipotetico 4-3-3. La tecnica è sublime, ma non è efficace.
CAVALLARO: VOTO 6.5 Ha qualità da vendere, gioca a sprazzi e spesso fa un tocco in più. Ci prova in tutti i modi per portare a casa un punto e trova lo spunto decisivo quando taglia la retroguardia amaranto, servendo D’Orazio per il 2-2.
MENDICINO:  VOTO: 5.5Non è una prima punta e si vede da un chilometro. Se fosse messo in condizione di girare intorno a un bomber di razza (o Baclet) renderebbe sicuramente di più.
DE ANGELIS: VOTO 5.5 È da apprezzare l’idea di voler proporre un calcio offensivo ma è fondamentale trovare i giusti equilibri tra i vari reparti che stasera obiettivamente non ci sono stati. In difesa c’è tanto da lavorare. Due punti contro Vibonese e Reggina sono troppo pochi.

subentrati:
RANIERI: VOTO 6 Lotta a centrocampo, aiutando Calamai
CRIACO: SV

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it