Eccellenza

Roggiano, parla mister Germano: “La salvezza sarebbe un’impresa ma io ci ho sempre creduto. E domenica a Paola…”

“Ho accettato questa piazza perchè mi piacciono le sfide impossibili. Tanto meriti ai nuovi arrivati senza dimenticare l’anima roggianese della squadra”.

 

Quattro vittorie nelle ultime cinque partite ed una situazione in classifica che da disperata è diventata come minimo speranzosa. Il nuovo Roggiano targato Antonio Germano, nonostante l’ultimo posto in classifica nel campionato d’Eccellenza, ha ricominciato a credere in una salvezza che avrebbe del miracoloso, contangiando un ambiente che si sta esaltando insieme alla squadra. I gialloverdi sono a soli 7 punti dalla salvezza diretta con 16 punti in classifica (ed uno di penalizzazione).

Ne abbiamo parlato con il trainer cosentino: “Io a questa salvezza ci credo fin da quando sono arrivato a Roggiano lo scosro ottobre. Ci credevo quando avevamo un punto, figuriamoci se non ci credo adesso”. L’entusiasmo di mister Germano traspare anche solo parlandoci al telefono: “Ho accettato Roggiano nonostante avessi altre offerte importanti. Preferisco queste sfide impossibili, dove veramente puoi lasciare qualcosa di tuo, che un campionato dove magari ti ritrovi già uno squadrone nel quale devi essere bravo soltanto a gestire. Questa squadra giocava bene fin da subito. Ma è normale che i nuovi arrivati sono stati decisivi per le ultime vittorie. Abbiamo sistemato le cose che non andavano con giocatori importanti per la categoria come Furriolo, che ho allenato all’Acireale, MorabitoCosta“.

Discorso a parte per la “Pantera nera”, ovvero l’attaccante classe 1992 Chechè Cissè che sta davvero impressionando tutti: “Devo dire la verità. Non lo conoscevo. Me l’ha proposto un agente di Livorno. L’ho fatto allenare con noi ma dopo dieci minuti ho fermato l’allenamento per farlo firmare immediatamente. Questo qui non c’entra nulla con la categoria. E’ un calciatore eccezionale. Con la sua velocità spacca in due le partite”.

Grande merito ai nuovi, senza dimenticare l’anima roggianese della squadra: “Ovviamente non è possibile non citare i calciatori del posto. A cominciare da Eugenio Micieli. La sua caparbietà mi ha lasciato senza parole. E’ un calciatore rinato che con la sua tecnica e la sua intelligenza fa ancora la differenza. Discorso simile per Eugenio Parise. Ha qualche anno in più di Eugenio e sta affrontando per la prima volta l’Eccellenza, ma mette posso contare su di lui ogni partita sia che giochi un minuto e sia che ne giochi 90. Loro insieme a Presta, Marsico, Orsino e Basile sono l’anima di questa squadra. Pensate che gli ultimi due me li sono inventati difensori centrali visto che in rosa non ce n’è nemmeno uno di ruolo”.

Dopo il roboante 5-0 al Gallico Catona di domenica scorsa, nel prossimo turno snodo cruciale sul Tirreno. La sfida sul campo della Paolana può davvero dire tanto sul futuro di questa lotta salvezza. I gialloverdi arriveranno con l’entusiasmo a mille all’appuntamento: “E’ normale che lo stato d’animo di chi insegue è diverso. Finora abbiamo giocato in maniera anche spensierata sapendo di non avere nulla da perdere. Adesso che ci siamo avvicinati dobbiamo essere bravi a continuare a giocare con la stessa condizione mentale. Quella di Paola sarà una partita importantissima ma non decisiva. Così com’è sempre nella mia mentalità, andiamo a giocare per vincere. Ma sarebbe grandioso anche non perdere contro una squadra dalle grandi qualità. E se malauguratamente dovessimo perdere, dobbiamo essere bravi a non scoraggiarci ed a pensare alla prossima”.

Il calendario potrebbe dare una mano al Roggiano in questo rush finale, visto che dopo quella di Paola, ci saranno altre 8 giornate da disputare ed i gialloverdi ne giocheranno 5 in casa: “Si, il calendario è vero che potrebbe aiutarci ma noi, grazie a questo meraviglioso pubblico, stiamo giocando in casa ogni settimana. Un entusiasmo simile l’ho visto poche volte in carriera. Questa piazza e questa società che mi sostiene in tutto e per tutto sono affamati di calcio e vivono per quello. Regalargli la gioia della salvezza, sarebbe una delle imprese più importanti della mia vita”. (Alessandro Storino)

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina