Tutte 728×90
Tutte 728×90

Virtus Francavilla-Cosenza: le pagelle

Virtus Francavilla-Cosenza: le pagelle

I rossoblù sono capitolati sull’unico pericolo creato dai padroni di casa. Molto bene Letizia nonostante l’espulsione: ha creato i pericoli maggiori e colpito la traversa.

Una di quelle partite stregate hanno mandato ko il Cosenza a causa dell’unica distrazione, collettiva, registrata nell’arco di 90’. E’ stata anche l’unico momento in cui i rossoblù hanno concesso una vera occasione al Francavilla. Per il resto, una rete annullata, una traversa e tre interventi da star del pipelet di casa hanno mandato al tappeto Corsi e compagni. (Alessandro Storino)

PERINA: VOTO 6 Mai chiamato in causa dai pugliesi. Incolpevole sul gol
CORSI: VOTO 6 Ha un cliente scomodo come Pastore, lo argina senza troppi affanni. Costretto agli straordinari nella ripresa.
TEDESCHI: VOTO 6 Come al solito prende ogni pallone che spiove in area di rigore, meno uno che costa caro.
BLONDETT: VOTO 6 Gara attenta e dinamica. Tiena a bada Alessandro quando transita dalle sue parti.
D’ORAZIO: VOTO 6 Chiude ogni varco ad Albertini ed è lesto nel ripartire. Cala nella ripresa.
CALAMAI: VOTO 6 Sbaglia qualche semplice appoggio di troppo, però è molto reattivo.
RANIERI:VOTO 6 Gioca più che altro in orizzontale, ma è diligente nel momento in cui c’è da innescare una ripartenza.
CRIACO: VOTO 5.5 La fase di non possesso la fa bene, manca del guizzo giusto con il Cosenza in attacco. Sostituito dopo lo svantaggio.
STATELLA: VOTO 6 Crea scompiglio non appena il Francavilla gli presta il fianco. Mette due palloni d’oro in area nel primo tempo, dopo il break fa poco fino al cambio.
BACLET: VOTO 5.5 Una partita trascorsa a fare a sportellate con Idda. Torna indietro a ricevere la palla per favorire gli inserimenti dei compagni. Ha l’occasione giusta, ma il portiere si supera.
LETIZIA: VOTO 6.5 Indemoniato, un’ira di dio che meritava 7 se non fosse stato per la stupida espulsione nel finale. Perde il duello con Albertazzi che gli chiude ogni varco con miracoli veri e propri.
DE ANGELIS: VOTO 6 Il Cosenza non soffre mai e incassa un gol su calcio piazzato per una disattenzione collettiva sulle marcature. La squadra crea un gran numero di occasioni, ma perde. Il calcio è (anche) questo.

subentrati:
CAVALLARO: VOTO 6 Entra e crea subito qualche grattacapo alla retroguardia di casa. Suo il cross per la zuccata di Baclet e la traversa di Letizia.
MENDICINO: VOTO 5.5 Non ha modo di incidere, ma il segnale sul fatto che venga posizionato inzialmente da esterno è chiaro.
CAPECE SV

Related posts