Tutte 728×90
Tutte 728×90

“Two for Stevie”, Dado Moroni e Max Ionata In concerto a Castiglione

“Two for Stevie”, Dado Moroni e Max Ionata In concerto a Castiglione

Dado Moroni e Max Ionata interpreteranno la musica di Stevie Wonder il 4 marzo presso il teatro Il Piccolo di Castiglione Cosentino. Il loro concerto apre la seconda edizione della rassegna Jazz da Gustare.

Dado Moroni e Max Ionata interpretano la musica di Stevie Wonder in Two for Stevie (2014, Roma, Via Veneto JazzJandomusic). L’album contiene 11 cover di successi di Wonder (Overjoyed, Don’t you worry’bout the thing, Isn’t she lovely, I wish, Chan song, Love’s in need of love today, Have a talk with God, Send one your love, You are the sunshine of my life, The secret life of plants, Ribbon in the sky), interpretati in chiave jazzistica senza snaturarli o sovraccaricarli, come invece spesso avviene quando i jazzisti si danno al pop.

Il duo eseguirà Two for Stevie il 4 marzo presso il teatro Il Piccolo di Castiglione Cosentino. Il loro concerto apre la seconda edizione della rassegna Jazz da Gustare, organizzata e diretta dalla pianista Maria Letizia Mayerà, che si svolgerà con una formula particolare: oltre al concerto è prevista una cena, che si terrà nell’intervallo dell’esibizione nel bistrot del teatro, un po’ come accadeva nei club della golden age del jazz.

Moroni e Ionata, conosciuti e stimati dal pubblico degli appassionati del genere, vantano curricula chilometrici, su cui val la pena di soffermarsi.

Genovese, classe ’62, Edgardo Dado Moroni suona il pianoforte dall’età di 4 anni e ha iniziato la carriera musicale appena 14enne al fianco di mostri sacri della scena italiana come Franco Cerri, Luciano Milanese, Gianni Basso, Sergio Fanni, Massimo Urbani e Tullio De Piscopo. A partire dal 1983 Moroni esplode a livello internazionale e inaugura una lunga serie di collaborazioni, a partire da quelle con il quartetto di James Moody e con il James Wood Trio. Gira l’Europa e accompagna giganti come Clark Terry, Johnny Griffin, Freddie Hubbard, Bud Shank, Buddy De Franco, Zoot Sims e molti altri.

Nel 1987, il pianista suona e incide con altre due leggende viventi: i contrabbassisti Ray Brown e Ron Carter. Nel 1989, in qualità di membro dell’Alvin Queen Quintet, Moroni intraprende un tour in Africa, a cui segue, nel 1991 una tournee mondiale con il quartetto di George Robert.

Nel 1995, dopo essersi imposto all’attenzione della critica con un’interpretazione di Giant Steps di John Coltrane, l’artista ligure inizia un sodalizio con il pianista classico Antonio Balista e poi partecipa al prestigioso festival giapponese Mount Fuji/Concord Jazz Festival.

La consacrazione definitiva per Moroni arriva nel 1999, con l’inclusione nella Biographical Encyclopaedia of Jazz di Leonard Feaher e Ira Gitler.

Il nuovo millennio è pieno di collaborazioni e tour prestigiosi e porta con sé anche il riconoscimento accademico quando, nel 2010, l’artista genovese ottiene la cattedra di pianoforte Jazz presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino.

Tra un concerto, un album e una clinc, Moroni non disdegna incursioni nel mainstream, come testimoniano le sue collaborazioni con Lucio Dalla, Eros Ramazzotti, Tiziano Ferro, Ornella Vanoni e Mietta. Con quest’ultima il pianista ha ideato un progetto originale: Quando il jazz fa pop.

Abbruzzese, classe ’72, Max Ionata è uno dei migliori sassofonisti della scena italiana. Forte di circa 70 album incisi nel corso degli anni, Ionata vanta un chilometrico carnet di collaborazioni con artisti del calibro di Robin Eubanks, Reuben Rogers, Clarence Penn, Lenny White, Billy Hart, Alvin Queen, Joe Locke, Anne Ducros, Steve Grossman, Mike Stern, Bob Mintzer, Bob Franceschini, Hiram Bullock, Joel Frahm, Miles Griffith, Anthony Pinciotti, Jon Cowherd, John Benitez, Dino Piana, Roberto Gatto, Stefano Di Battista, Gegè Telesforo, Giovanni Tommaso, Flavio Boltro, Furio Di Castri, Fabrizio Bosso, Enrico Pierannunzi, Mario Biondi, Ornella Vanoni, Sergio Cammariere e Renzo Arbore.

I biglietti per il concerto sono in prevendita presso l’agenzia Inprimafila di Cosenza, dove è possibile anche acquistare l’abbonamento completo a tutta la rassegna Jazz da Gustare.

 

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it