Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, altro confronto con i tifosi. Poi De Angelis prova il 4-2-3-1

Cosenza, altro confronto con i tifosi. Poi De Angelis prova il 4-2-3-1

Una delegazione della Tribuna A ha incontrato la squadra alla presenza del ds Valoti e del tecnico De Angelis. L’allenatore in campo non ha potuto fare affidamento su cinque pedine.

Nuovo faccia a faccia prima della seduta di allenamento tra i calciatori del Cosenza e i rappresentanti della Tribuna A. Una delegazione di circa quindici supporter ha chiesto e ottenuto di parlare alla squadra alla presenza del direttore sportivo Aladino Valoti e del tecnico Stefano De Angelis. Sono stati accontentati prima che il gruppo iniziasse il consueto lavoro pomeridiano.

Come avvenuto ieri al Sanvitino, anche stavolta sono state utilizzate parole civili e assolutamente nel limite del buon senso. I tifosi hanno sottolineato come alcuni atteggiamenti, dentro e fuori dal campo, non possano più essere tollerati. Ribadendo la fiducia a tecnico e ds, hanno poi invitato il collettivo ad onorare la maglia rossoblù. L’unico motivo – hanno chiarito – del loro incondizionato sostegno.

Nell’esposizione dei concetti che hanno portato alla rimostranza odierna, è stato evidenziato come non c’entrino le mancate vittorie, tanto che nel recente passato a margine di sconfitte o pareggi sono arrivati ugualmente gli applausi. A preoccupare i sostenitori è l’atteggiamento remissivo visto con il Fondi, cosa che ha spinto gli appassionati rossoblù a pretendere fin da Pagani un’inversione di tendenza.

La parola successivamente è passata al campo, dove De Angelis ha mostrato di voler capire quanto il 4-2-3-1 possa fare al caso suo. Il tecnico non ha potuto far affidamento su quattro pedine oltre a Stranges impegnato nel provino al Red Bull Salisburgo: D’Anna, Blondett, Madrigali e Ranieri. Il terzino sta smaltendo i postumi del problema muscolare al polpaccio, ma i medici contano di restituirlo all’allenatore in tempo per la trasferta in Campania. I due difensori centrali si sono sottoposti ad un’ecografia di controllo. L’ex Sampdoria per un fastidio al flessore che non sembra preoccupare più di tanto, il compagno per un dolore al ginocchio che potrebbe indurlo al forfait. Il centrocampista, infine, ha applicato del ghiaccio sul ginocchio dolorante dopo un po’ di terapia con Pino Suriano: la sua presenza non è in dubbio. (Antonio Clausi)

Related posts