Tutte 728×90
Tutte 728×90

Tre gol per il Cosenza nel test di San Fili

Tre gol per il Cosenza nel test di San Fili
Photo Credit To Cosenza Calcio

I rossoblù sono apparsi sottotono andando a segno con Baclet nel primo tempo e con Cavallaro e Mendicino nella ripresa. A bordo campo c’era il presidente Guarascio.

Non una grande prova quella offerta dal Cosenza contro il San Fili oggi pomeriggio nel test infrasettimanale. Al cospetto della formazione allenata dal padre di Stranges e che milita nel torneo di Promozione, i rossoblù non sono apparsi incisivi come il loro trainer vorrebbe. De Angelis dal canto suo ha mischiato le carte, schierando due formazioni diverse e oscillando come al solito tra il 4-2-3-1 e il 4-3-3.

In linea con il recente passato si è lavorato su entrambi gli schemi, dove l’ago della bilancia è rappresentato da Letizia. L’ex calciatore del Foggia è l’elemento di raccordo tra i reparti, quello che riceve palla e svaria da un fronte all’altro. La sua mobilità comporta movimenti particolari e invita i compagni a scalare di posizione. Ecco perché, oggi, è quasi impossibile prevedere con certezza quale sistema di gioco verrà utilizzato al Torre di Pagani.

Nella prima frazione di gara i Lupi sono scesi in campo con Perina tra i pali e una linea difensiva composta da destra a sinistra da Corsi, Meroni, Pinna e D’Orazio. A centrocampo spazio a Capece e Caccetta, con Calamai a fungere da pendolo, mentre Baclet, Letizia e Statella erano le tre pedine offensive. L’unico a trovare la via della rete è stato Baclet, ma che apprensione per Letizia a margine di uno scontro di gioco. Il peperino napoletano è rimasto a bordo campo qualche minuto a farsi soccorrere dal massaggiatore per poi rientrare sul rettangolo verde.

Rivoluzione nella ripresa: l’unico reduce è stato Pinna, dirottato a fare il terzino per una ventina di minuti. Davanti a Saracco completavano il pacchetto arretrato il baby Nicoletti e la coppia di marcatori Tedeschi-Bilotta. Criaco, Ranieri e Collocolo agivano in mediana, con Mendicino, Trombino e Cavallaro liberati alla ricerca di una rete. Sono riusciti nell’impresa il fantasista palermitano (il migliore) e l’ex Siena dal dischetto: 3-0 il punteggio finale. Spazio anche per Mungo, squalificato, che ha rilevato Pinna. Bilotta si allargato sull’out mancinio e Collocolo si è stretto al fianco del vicecapitano. Ancora assenti Blondett e D’Anna, per i quali sarà decisiva la giornata di domani. Poche speranze per Madrigali.

Il presidente Guarascio ha seguito il secondo tempo del match in compagnia del direttore sportivo Valoti e dopo il 90’ si è intrattenuto a parlare con De Angelis. Anche lui aspetta buone notizie da Pagani. (Antonio Clausi)

Related posts