Tutte 728×90
Tutte 728×90

Spaccio, ricettazione e lesioni: sette denunce tra Rende e Acri

Spaccio, ricettazione e lesioni: sette denunce tra Rende e Acri

I Carabinieri hanno segnalato un’altra persona alla Prefettura di Cosenza quale assuntore di sostanza di stupefacenti. 

Nelle ultime 24 ore  i militari della Compagnia di Carabinieri di Rende nel loro consueto monitoraggio del territorio per prevenire e punire crimini, hanno denunciato sette persone segnalandone un’altra alla Prefettura quale assuntore di sostanza di stupefacenti.

Nel dettaglio un 28enne di Rose e una 33enne russa sono stati denunciati per il reato di furto. I militari operanti nella nottata del 6 marzo accertavano che la coppia, utilizzando un tubo in gomma e una tanica, si era resa responsabile del furto di diversi litri di gasolio dall’interno del serbatoio di un furgone parcheggiato sulla pubblica via.

E’ stato denunciato anche un 34enne di Treviglio (provincia di Bergamo), per il reato di favoreggiamento. I Carabinieri, infatti, accertavano che l’uomo risultava essere il titolare di una carta poste-pay utilizzata per commettere una truffa su un noto sito di compra-vendita on-line.

A Rende, i militari dell’Aliquota Radiomobile del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Rende, deferivano in stato di libertà un 27enne di Celico e un 36enne di Napoli per il reato di guida in stato di ebbrezza. I militari sottoponevano i due automobilisti a test etilometrico riscontrando un tasso alcolemico nel sangue superiore ai limiti consentiti dalla legge. Le patenti di guida venivano immediatamente ritirate e le autovetture affidate a persone idonee alla guida.

Sempre a Rende, i militari dell’Aliquota Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Rende, deferivano in stato di libertà 29enne cosentino per il reato spaccio di sostanze stupefacenti. I militari operanti accertavano che l’uomo cedeva un involucro in cellophane contenente nr. 6 grammi di sostanza stupefacente, marijuana, a un 32enne cosentino, il quale, a seguito dell’episodio, veniva segnalato alla Prefettura di Cosenza quale assuntore di sostanze stupefacenti.

Ad Acri, infine, i militari della suddetta stazione dei Carabinieri, deferivano in stato di libertà un 45enne per i reati di minaccia e lesioni personali. I militari operanti, accertavano che l’uomo, nel pomeriggio del 5 marzo minacciava e colpiva al volto, causandogli lievi lesioni, un noto professionista.

Related posts