Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, ritmo e intensità davanti a Guarascio. Con la Luzzese è 9-0

Cosenza, ritmo e intensità davanti a Guarascio. Con la Luzzese è 9-0
Photo Credit To cosenza calcio

Test di ben altro tenore rispetto a quello di sette giorni fa. Bene Criaco, una tripletta a testa per Baclet e D’Orazio. Campanello d’allarme per Letizia.

Decisamente un’amichevole diversa e più intensa rispetto a quella vista sette giorni fa a San Fili, dove mordente e concentrazione lasciarono spazio ad uno spettacolo poco gratificante. Il Cosenza apprezzato nel pomeriggio contro la Luzzese, club che milita in Eccellenza, ha fornito una prestazione differente. Il punteggio finale è stato di 9-0 per i rossoblù che non hanno potuto fare affidamento su due pedine fondamentali nello scacchiere tattico di De Angelis. Cavallaro era a letto con la febbre, mentre Letizia è rimasto a bordo campo a causa di un fastidio muscolare al polpaccio. A tre giorni dal match con l’Andria è scattato un pericoloso campanello d’allarme.

La squadra mandata in campo nella prima frazione di gioco, prevedeva una linea difensiva a protezione di Perina formata da Bilotta e Pinna sulle corsie laterali, con la coppia di marcatori Tedeschi-Madrigali in mezzo. Caccetta e Calamai componevano la diga in mediana, con Criaco, Mungo e Statella a supporto di Mendicino. E’ stato Criaco, in particolare, ad essersi mosso bene, confermando i progressi di condizioni giù apprezzati negli ultimi minuti della gara di Pagani. Ha trovato la via della rete insieme a Statella (bel destro dopo essersi accentrato dalla sinistra) e di Mendicino.

Nella ripresa sono cambiati gli interpreti e i protagonisti assoluti sono stati D’Orazio e Baclet, autori di una tripletta a testa. L’ex Teramo è stato posizionato nel ruolo di centrocampista di destra in un classico 4-4-2, mentre al francese è stato affiancato il baby Trombino, poi sostituito da un vivace Ruffolo. Occupavano la zona nevralgica del campo anche Ranieri, Capece e Collocolo. La retroguardia, invece, vedeva impegnati Corsi e D’Anna ai lati di Blondett e Meroni.

A bordo campo, in compagnia del tecnico e del ds Valoti, c’era il presidente Guarascio che ha seguito l’amichevole per la sua intera durata. Ha ribadito al capo dell’area tecnica e al titolare della panchina del Marulla quanto sia importante vincere domenica contro la Fidelis Andria. I tre punti a suo avviso riporterebbero serenità in seno all’ambiente rossoblù.

Related posts