Tutte 728×90
Tutte 728×90

“Cavalli di ritorno” a Cosenza, imputati assolti con formula piena

“Cavalli di ritorno” a Cosenza, imputati assolti con formula piena

L’operazione “Satellite” giunge al termine. Il processo di primo grado è terminato questo pomeriggio, quando il giudice monocratico Giusi Ianni ha emesso la sentenza nei confronti di Maria Bevilacqua e Marco Stancati, rispettivamente moglie e figlio di Elio Stancati, già condannato per i reati contestati agli odierni imputati.

L’inchiesta, coordinata dal pm Antonio Bruno Tridico e condotta dalla polizia di Cosenza, aveva stroncato il fenomeno dei “cavalli di ritorno” che avevano prodotto un profitto illecito a coloro i quali erano al centro dell’indagine.

Bevilacqua, difesa dall’avvocato Antonella Rizzuto, e Stancati, assistita dall’avvocato Angela D’Elia, sono stati assolti con formula piena per non aver commesso il fatto. Il gup li aveva mandati a dibattimento ma oggi anche l’accusa ha osservato che non vi erano prove né che avessero mai avuto nelle loro disponibilità una delle macchine rubate né che avessero richiesto soldi per restituirla.

Elio Stancati sarebbe stato solo contattato da un amico di famiglia per aiutarlo a cercare l’auto. Per la Questura invece la moglie avrebbe gestito i soldi delle estorsioni ma in questa vicenda si sono basati più che altro sulle intercettazioni che sono state acquisite proprio perché si prestavano a diverse interpretazioni e hanno confermato l’estraneità dei fatti della Bevilacqua, che diceva ai figli «non ve ne frega niente fatevi i fatti vostri». La pubblica accusa aveva chiesto assoluzione con la formula dubitativa. (a. a.)

Related posts