Tutte 728×90
Tutte 728×90

“CAFFE’ ESPRESSO” | Traffico di stupefacenti, la Dda di Trento arresta un cosentino

“CAFFE’ ESPRESSO” | Traffico di stupefacenti, la Dda di Trento arresta un cosentino

Alle prime luci dell’alba i carabinieri della Compagnia di San Marco Argentano, su delega della Direzione Distrettuale Antimafia di Trento, hanno arrestato un ragazzo di 25 anni, originario di Mongrassano, coinvolto in un’inchiesta contro il traffico di sostanze stupefacenti, denominata “Caffè Espresso”.

L’uomo finito in manette, e tradotto presso la casa circondariale di Paola, è Federico Idotta nato a Reggio Calabria, residente a Levico Terme, provincia di Trento, ma originario del piccolo comune Arbëreshë in provincia di Cosenza.

Secondo i carabinieri della Compagnia di Trento, che hanno condotto le indagini, l’indagato (difeso di fiducia dagli avvocati Ferruccio Mariani e Domenico Mariani), avrebbe fatto parte di un gruppo dedito al traffico di cocaina in Trentino Alto-Adige.

Per gli inquirenti, infatti, Idotta sarebbe compartecipe del presunto sodalizio criminale, avendo fornito supporto ad Armando Maraj e provvedendo al trasporto delle sostanze stupefacenti prenotate a Luca Casagrande. Inoltre, Idotta avrebbe anche custodito, presso la sua abitazione parte della cocaina, «rendendosi disponibile alla movimentazione della droga finalizzata alla distribuzione al dettaglio».

Nell’ordinanza di custodia cautelare, la Dda di Trento ha ricostruito una serie di episodi che riguarderebbero Idotta, trasferitosi da pochi mesi a Mongrassano.

Il linguaggio criptico usato per parlare delle dosi di cocaina era quello di indicare la sostanza stupefacente come un pacchetto di sigarette.

Nel blitz i carabinieri hanno ritrovato diverse armi, tra cui kalashnikov, e tante munizioni.

I NOMI. Il gip del tribunale di Trento, Francesco Forlenza, ha accolto le richieste di custodia in carcere avanzate dall’accusa e ha emesso la misura cautelare nei confronti di Saimir Osma, Bled Osma, Luca Casagrande, Dardan Hasani, Giulia Mayregger, Andrea Zedda, Nicolae Cebotar, Armando Miraj, Antonio De Maria, Federico Idotta, Enrik Fetahu, Lorenzo D’Agostino, Gentian Keci, Abduljatif Sinani, Zamir Koni, Mariglen Koni, Filippo Marchel e Fahmi Hannachi. (a. a.)

Related posts