Tutte 728×90
Tutte 728×90

Ambulanti “sfrattati” dalla Fiera, la protesta arriva Prefettura. Domani incontro Tomao

Ambulanti “sfrattati” dalla Fiera, la protesta arriva Prefettura. Domani incontro Tomao

Stamattina controlli serrati di Guardia di Finanza e Polizia municipale per reprimere il fenomeno della vendita della merce contraffatta. Un gruppo di venditori ambulanti è stato costretto ad abbandonare il proprio posto alla Fiera.

Controlli serrati da parte della Guardia di Finanza e della Polizia municipale per individuare la merce contraffatta e reprimerne il fenomeno della vendita. E’ la sorpresa che una serie di venditori ambulanti, per la quasi totalità extracomunitari, questa mattina ha trovato lungo il percorso della tradizionale Fiera di San Giuseppe. In molti hanno chiesto asilo ai militanti del CPOA Rialzo, il centro sociale della città che dà ospitalità e ascolto alle parti disagiate di Cosenza e che sostiene ormai da anni le lotte degli “ultimi”.

Dopo delle ore passate a discutere sul da farsi, i venditori ambulanti hanno dato vita ad un pacifico corteo che si è diretto verso Palazzo dei Bruzi. Insieme ai militanti del Rialzo e delle altre associazioni umanitarie che operano sul territorio, hanno chiesto al sindaco Occhiuto e ai suoi collaboratori il perché si sia scelta la linea dura. In molti sostengono che si tratti di un vero e proprio accanimento verso chi per pochi euro al giorno compie sacrifici enormi.

Non avendo ricevute risposte dal primo cittadino, impossibilitato a darne per via dell’altrui paternità dell’operazione, il gruppo di venditori ambulanti, un settantina di persone in totale, ha raggiunto i locali della Prefettura in Piazza XI Settembre per avere delucidazioni su quanto sta succedendo in città. Dopo un sit-in sui gradini, i manifestanti hanno ottenuto un incontro col Prefetto Tomano per domani mattina. Nel frattempo i problemi restano irrisolti.

 

Related posts