Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, sette reti nel test in famiglia. Baclet fa doppietta

Cosenza, sette reti nel test in famiglia. Baclet fa doppietta

Partitella al Sanvitino con De Angelis che ha schierato formazioni figlie di moduli tattici differenti. L’intero organico è a disposizione dell’allenatore rossoblù, in due si sono fermati precauzionalmente.

Partitella in famiglia per il Cosenza oggi pomeriggio in due tempi da 30’ ciascuno. Stefano De Angelis e il suo staff stanno lavorando con pochissime informazione relative ai prossimi avversari. L’avvicendamento registrato sulla panchina della Juve Stabia non dà alcuna certezza al tecnico rossoblù sull’atteggiamento tattico che le Vespe adotteranno domenica al Marulla. Presumibilmente, la partita verrà preparata facendo affidamento soltanto sulla formazione dei Lupi.

La nota positiva è che l’intero organico è a disposizione. L’infermeria si è svuotata per la prima volta in stagione e anche il Giudice Sportivo ha dato un turno di tregua ai calciatori. Insomma, sebbene alcuni elementi come ad esempio Pinna non siano al meglio della condizione, stavolta c’è l’imbarazzo della scelta.

Al Sanvitino, location scelta per la settimana di allenamenti a causa delle difficoltà di circolazione dovute alla Fiera di San Giuseppe, il Cosenza si è schierato con due moduli differenti: da una parte il 3-5-2, dall’altro il 4-3-3. A protezione di Saracco i tre stopper erano Madrigali, Tedeschi e Bilotta; a centrocampo Statella e Pinna agivano sulle corsie laterali, con Capece in cabina di regia e il duo Corsi-Criaco a fungere da interni; in attacco Mendicino era sostenuto dall’estro di Letizia. Dall’altra parte D’Anna e D’Orazio hanno preso posizione ai lati della coppia Meroni-Blondett; Calamai, Caccetta e Ranieri reggevano sulle proprie spalle la linea mediana; Mungo e Cavallaro giostravano ai fianchi di Baclet.

E’ stato proprio il francese a trovare per due volte la via della rete, così come dall’altra parte ha fatto Letizia. Gloria personale pure per Ranieri, Criaco e Statella che ha trasformato un calcio di rigore. Nel corso del test sono stati diversi gli accorgimenti e sul finire sono stati fermati per precauzione sia Baclet che Tedeschi.

 

Related posts