Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, che imbarcata con la Juve Stabia. Inutile la doppietta di Baclet (2-4)

Cosenza, che imbarcata con la Juve Stabia. Inutile la doppietta di Baclet (2-4)

Il sogno del mercato di gennaio Kanoute e Lisi realizzano due gol a testa e lanciano le Vespe. Tardiva la reazione dei rossoblù che vengono fischiati. Anche Guarascio nel mirino. 

Una pesante battuta d’arresto per il Cosenza che, al cospetto del proprio pubblico nella giornata dedicata ai migranti, prende quattro gol dalla Juve Stabia e viene fischiato dai suoi sostenitori. Le doppiette di Lisi e Kanoutè, proprio l’oggetto dei desideri del mercato di gennaio, rendono vana quella di Baclet che tocca quota dieci centri stagionali.

De Angelis all’inizio dà fiducia per dieci/undicesimi alla stessa squadra di sette giorni fa, tanto che Corsi comincia in panchina così come Cavallaro. Il Cosenza si presenta ancora col 4-3-3. L’organico al completo gli consente di sfruttare una panchina lunga: l’unico Berretti aggregato è Bilotta, ma per meriti sportivi. La novità, almeno inizialmente è Letizia falso nueve: l’esperimento si rivelerà sbagliato. Il suo ex allenatore Guido Carboni presenta invece il 3-5-2 e un attacco leggero non potendo fare affidamento su Ripa e Paponi. La Juve Stabia affida le chiavi del centrocampo a Capodaglio, mentre in avanti c’è Kanoutè con Cutolo. Assenti i due match winner dell’andata: infortunato l’ex Sorrento, Sandomenico è finito invece alla Viterbese.

Fin dai primi minuti di gioco la Juve Stabia prende in mano il pallino del gioco e, soprattutto, il centrocampo. E’ nella zona nevralgica del campo che i muscoli di Matute fanno la differenza dalle parti di Mungo e Lisi trova troppo spazio a sinistra con D’Anna non sempre preciso. La superiorità numerica degli ospiti è data dai rientri tardivi di Baclet che largo a destra rende meno che al centro. La conseguenza logica è il vantaggio delle Vespe al 29’ con un tiro di Lisi che, deviato, beffa Perina. E’ il raddoppio, però, che gela il Marulla. Al 32’ Cutolo crossa, Kanoute sovrasta la retroguardia rossoblù e fa 2-0. Il Cosenza al rientro negli spogliatoi è completamente insufficiente e spuntato in avanti.

La ripresa inizia ancora peggio. Un lancio lungo innesca ancora Kanoute che brucia Blondett, approfitta dell’autostrada lasciata da una mancata uscita sulla trequarti di Perina e deposita in rete. Lo 0-3 produce una serie di accorgimenti: il Cosenza passa al 4-2-4 e la Juve Stabia al 4-3-3. Baclet, da rapace dell’area di rigore, infiamma lo stadio con una doppietta e riapre clamorosamente i giochi. E’ un errore individuale di Tedeschi, tuttavia, a regalare il 4-2 a Lisi. Al 90’ fischi per tutti, nessuno escluso. Anzi, compreso il presidente Guarascio che riceve coro poco carini da parte della Tribuna A. (Antonio Clausi)

CRONACA.
1′ Partiti. Primo pallone al Cosenza.
3′ La prima novità dell’incontro è la posizione di Letizia. Gioca in posizione di falso nueve con Baclet a destra e Statella a sinistra.
14′ Match intenso, ma senza grossi sbocchi offensivi da parte delle due formazioni.  Juve Stabia col baricentro leggermente più alto.
22′ Cosenza vicino al vantaggio. Caccetta dal fondo serve un assist arretrato per Calamai. Il tiro a botta sicura è respinto da un difensore.
29′ Juve Stabia in vantaggio. Un’apertura pesca Lisi largo a sinistra, l’esterno si accentra e calcia in porta. Una deviazione rende maligno il pallone che si insacca nel sette: 0-1
30′ Accorgimento di De Angelis: Baclet in mezzo, Statella a destra e Letizia a sinistra.
32′ Raddoppio della Juve Stabia. Sempre da sinistra Cutolo crossa alla perfezione per Kanoute che insacca di testa: 0-2
38′ Punizione tagliata di Mungo, Cancellotti viene a contatto con D’Orazio: il Cosenza grida al rigore.
39′ Altra punizione tagliata, stavolta di D’Orazio, che trova Baclet pronto all’appuntamento. La zuccata è fuori misura.
41′ Ci prova Calamai dalla distanza: palla fuori.
43′ Cross di Matute per Kanoute: il colpo di testa è alto.
45′ Squadre negli spogliatoi senza recupero.
SECONDO TEMPO
1′ Nel Cosenza dentro Corsi per D’Anna. Inoltre Statella passa a destra e Letizia a sinistra.
3′ La Juve Stabia cala il tris ancora con Kanoute. Un lancio lungo innesca Kanoute che a campo aperto fa 3-0 dopo aver superato Perina.
8′ Caccetta sostituito da Cavallaro. Il Marulla fischia il capitano.
10′ Il Cosenza accorcia le distanze. Cavallaro apre con un lancio lungo verso Statella che di testa serve un comodo assist a Baclet: 1-3.
14′ D’Orazio crossa e Camigliano sfiora il più clamoroso autogol. Juve Stabia fortunata in questo caso.
15′ Fuori Camigliano per Giron nella Juve Stabia e Letizia per Mendicino nel Cosenza. Rossoblù sul 4-2-4.
19′ La Juve Stabia sostituisce Kanoute con Manari.  Ospiti con il 4-3-3 dove Lisi e Cutolo agiscono ai lati di Manari.
20′ L’urlo del Marulla resta strozzato in gola. Baclet segna, ma la bandierina del guardalinee si alza.
23′ Il Cosenza accorcia ancora le distanze. Break di Statella a centrocampo che allarga per Mungo a destra. L’assist per Baclet è al bacio: 2-3.
27′ Mastalli prende il posto di Cutolo, è un chiaro cambio difensivo.
36′ Passaggio sbagliato di Tedeschi che innesca Lisi. D’Orazio non riesce a contenerlo e gli permette di farsi venti metri palla al piede e di beffare Perina: 2-4.
45′ Concessi 5′ di recupero.
45’+2 Il Cosenza reclama un rigore per un fallo di mano: l’arbitro sorvola.
45’+3 Lisi in diagonale sfiora la tripletta personale.
45’+5 Squadre negli spogliatoi.

 

Il tabellino:
COSENZA (4-3-3):
Perina; D’Anna (1′ st Corsi), Tedeschi, Blondett, D’Orazio; Mungo, Calamai, Caccetta (8′ st Cavallaro); Baclet, Letizia (15′ st Mendicino), Statella. A disp.: Saracco, Pinna, Bilotta, Meroni, Madrigali, Ranieri, Capece, Criaco. All.: De Angelis
JUVE STABIA (3-5-2): Russo; Santacroce, Camigliano (15′ st Giron), Morero; Cancellotti, Izzillo, Capodaglio, Matute, Lisi; Cutolo (27′ st Mastalli), Kanoute (19′ st Manari). A disp.: Bacci, Allievi, Esposito, Salvi, Liviero, Marotta, Rosafio, Tabaglio. All.: Carboni
ARBITRO: Viotti di Teramo
MARCATORI: 29′ pt Lisi (JS), 32′ pt Kanoute (JS), 3′ st Canote (JS), 10′ st Baclet (C), 23′ st Baclet (C), 36′ st Lisi (JS)
NOTE: Spettatori 1958 di cui una cinquantina di ospiti. Incasso di 8.865 euro più 2.642 quota abbona. La società ha consentito l’ingresso gratuito ai migranti della città con l’iniziativa “Welcome Refugees”. Espulsi: -; Ammoniti: Cancellotti (JS), Lisi (JS), Morero (JS); Angoli: 4-3 per il Cosenza; Recupero: 0′ pt – 5′ st

Related posts