Tutte 728×90
Tutte 728×90

Santo Vottari trovato in un bunker a Benestare. Ecco la lista degli altri latitanti calabresi

Santo Vottari trovato in un bunker a Benestare. Ecco la lista degli altri latitanti calabresi

Termina dopo dieci anni la latitanza di Santo Vottari, 45 anni, ritenuto dalla Dda di Reggio Calabria il responsabile della faida di San Luca, iniziata con la morte di Maria Strangio e terminata con la strage di Duisburg. 

Vottari (nella foto) è stato scoperto dai carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria in un bunker in contrada Ricciolino a Benestare, paese a 20 chilometri da San Luca. 

Il suo clan è contrapposto alle famiglie Nirta-Strangio. Il boss deve scontare una condanna per associazione mafiosa.

GLI ALTRI LATITANTI. Le ricerche degli investigatori calabresi ora si concentrano su Rocco Morabito, latitante dal 1994, e condannato per associazione mafiosa, narcotraffico e altri reati. Deve scontare una pena di 30 anni di carcere. Dal 10 febbraio del 1995 le ricerche si sono estese anche in campo internazionale.

L’altro potente boss, di cui si sono perse le tracce, è Giuseppe Giorgi, nato a San Luca. Anche in questo caso si tratta di un latitante ricercato dal 1995 per associazione mafiosa, finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, armi, estorsioni ed omicidi. Deve scontare una pena a 17 anni di carcere.

In provincia di Cosenza, la Dda di Catanzaro lavora per catturare il presunto capo degli “zingari” di Cassano all’Jonio, Luigi Abbruzzese, irreperibile dal giorno in cui è stata emessa l’ordinanza di custodia cautelare relativa all’inchiesta “Gentleman”. Abbruzzese in primo grado è stato condannato a 20 anni di reclusione per narcotraffico, ma assolto per associazione mafiosa.

Related posts