Tutte 728×90
Tutte 728×90

Luminarie cosentine: spese oltre 17 mila euro in occasione della fiera di San Giuseppe. E’ di nuovo polemica

Luminarie cosentine: spese oltre 17 mila euro in occasione della fiera di San Giuseppe. E’ di nuovo polemica

Il Partito democratico, in una nota diffusa alla stampa, punta il dito contro il Sindaco Occhiuto e solleva il dubbio su un possibile indennizzo alla ditta uscita sconfitta dalla gara d’appalto di novembre, vinta dalla Medlabor. Ma il primo cittadino replica alle accuse: «Cifre sballate, ecco la verità».

«Tanto per cominciare, le cifre: che non sono assolutamente quelle divulgate a casaccio dal Partito democratico per compiere la solita azione di sensazionalismo populista attraverso i giornali». Ha esordito così il Sindaco Mario Occhiuto nella sua risposta al Partito Democratico che in un comunicato diffuso alla stampa ha fortemente criticato la spesa «aggiuntiva» sostenuta dall’Amministrazione comunale per le luminarie della fiera di San Giuseppe.

«Non c’è limite all’arroganza di Occhiuto – si legge nella nota – e alla sua indifferenza a critiche e consigli. Nonostante l’esorbitante somma (484 mila euro) già destinata alle luminarie e le indagini in merito della Guardia di Finanza, ci tocca prendere atto oggi di questa ennesima spesa di oltre 17 mila euro». Il gruppo consiliare del Partito Democratico ha, inoltre, sottolineato come tale somma sia stata attribuia alla ditta che aveva perso la gara d’appalto di novembre, poi vinta dalla Medlabor, assumendo così l’apparenza di «un indennizzo». «Segnaliamo alle autorità competenti la prosecuzione di questo malvezzo – si afferma in chiusura del comunicato – e non ci meaviglieremo certo se anche questa volta le luminarie diventeranno oggetto di attenzione da parte di inquirenti e media».

Nel controbattere alle accuse sollevate dal Partito democratico, il Sindaco ha provveduto innanzitutto a precisare gli importi esatti delle spese sostenute per le luminarie cittadine, equivalenti a 282.021,43 Euro (e non 484mila euro) e cogliendo, infine, l’occasione per rivendicare la scelta dell’Amministrazione di «utilizzare la città come un grande scenario di eventi all’aperto». Ha aggiunto Occhiuto: «Il Sindaco, di norma, non sa neanche a quale ditta siano stati affidati i lavori, altro che indennizzo a cui fa riferimento il PD. Proprio loro – ha concluso – spendevano anche sulle luminarie somme più alte delle nostre e senza progettualità, ma nessuno se ne accorgeva. Per non dire che ci sono in Italia città che per le luminarie spendono venti volte più di noi, vedi Salerno (4milioni di euro) o Torino o tante altre, amministrate pure dallo stesso Partito democratico di cui fanno parte gli estensori della nota sulle luminarie cosentine». (Maddalena Perfetti)

Related posts