Tutte 728×90
Tutte 728×90

De Angelis: «Settimana particolare, ma fa parte del mio lavoro»

De Angelis: «Settimana particolare, ma fa parte del mio lavoro»

Il tecnico del Cosenza vivrà una giornata decisiva a Caserta. De Angelis: «Sarà una gara fondamentale per tante motivazioni, non solo per ragioni di natura individuale».

Casertana-Cosenza nessuna differenza? Non ditelo a Stefano De Angelis, per il quale l’esito del match la farà eccome. La permanenza del tecnico sulla panchina rossoblù potrebbe scaturire dal risultato di domani pomeriggio. «E’ stata una settimana particolare come del resto lo sono state anche quelle precedenti – ammette l’allenatore dei Lupi – E’ una partita fondamentale per tanti motivi e non solo per ragioni individuali. Non ho una grande esperienza, ma nel nostro lavoro tutto dipende dalla partita della domenica: se vinci sei un fenomeno, se perdi un brocco. L’importante è che venga fuori il lavoro sostenuto durante la settimana».

La partita con la Juve Stabia ha lasciato inevitabili strascichi, non solo perché Guarascio è stato beccato direttamente dalla tifoseria. «Ho rivisto la gara tre volte – svela De Angelis – e spesso i giudizi, rispetto al commento a caldo, cambiano dopo una serie di analisi approfondite. Abbiamo accusato il colpo a margine del vantaggio ospite, ma sfido chiunque a reagire come noi sullo 0-3. Purtroppo il quarto gol ci ha mandato al tappeto»

De Angelis chiarisce anche l’aspetto legato ai moduli di gioco. «Ne ho utilizzati solo due: il 4-3-3 e il 4-2-3-1. In squadra ci sono elementi che possono farci cambiare pelle, ma non si può chiedere a Letizia o Cavallaro di fare come Statella. Avendo diverse mezzali in organico, credo che il 4-3-3 sia lo schema più appropriato. Domani mancherà Tedeschi, Pinna potrebbe essere una possibilità ma valuterò nella rifinitura l’assetto migliore».

Finale dedicato alla Casertana. «Ha avuto risultati altalenanti, ma è brava a difendere in nove posizionandosi dietro la palla – chiude De Angelis – Hanno elementi esperti tipo Rajcic che militano in questi campionati da una vita».

Related posts