Tutte 728×90
Tutte 728×90

Verso Fuscaldo-Morrone, il Dg Chiappetta: “Meritiamo entrambe la vittoria finale. Futuro? Vi spiego i nostri progetti…”

Verso Fuscaldo-Morrone, il Dg Chiappetta: “Meritiamo entrambe la vittoria finale. Futuro? Vi spiego i nostri progetti…”

“Partite come quelle di domani si preparano da sole. Sarà una grande giornata di sport tra due squadre che finora hanno avuto numeri straordinari. Abbiamo lavorato tutto l’anno per momenti come questi: vogliamo vincere”.

 

Una partita che può valere una stagione. Domani, dopo più di due mesi, si recupera Fuscaldo-Morrone, ultima partita del girone d’andata del Girone B di Seconda Categoria. Le due squadre stanno battagliando in testa al torneo dall’inizio della stagione. Rispettivamente seconda e prima in classifica separate da soli due punti a quota 50 e 52. Le altre lontanissime con la terza, il Cus Pgs, dietro 8 lunghezze. Quello di domani è tra l’altro il primo dei due match ravvicinatissimi tra le due compagini, visto che tra 10 giorni, il 9 aprile, Morrone e Fuscaldo giocheranno il match di ritorno, valevole tra l’altro per l’ultima giornata di campionato. Abbiamo parlato della partita con protagonisti di entrambe le squadre. Iniziamo con Marco Chiappetta, direttore generale della Morrone.

In che condizioni mentali arriva la sua squadra a questa partita e quali sono le sue sensazioni?
“Chiunque giochi a calcio ed è appassionato di questo sport, vorrebbe essere in campo domani. Sono partite che ti danno la carica da sole. Le due migliori squadre del campionato che possono decidere il loro futuro in 90 minuti. E’ davvero esaltante. Sono certo che sarà una grandissima giornata di sport”.

Morrone che però conserva due punti di vantaggio che possono rivelarsi importantissimi. C’è la consapevolezza di avere a disposizione due match point visto che, anche con un ko domani, potreste sempre rifarvi tra 10 giorni?
“Partiamo dalla doverosa premessa che entrambe le squadre meriterebbero la vittoria del campionato. I due punti di vantaggio sono un dettaglio. Su 19 partite disputate finora noi ne abbiamo vinte 17 e loro 16. Sono numeri straordinari. Detto questo noi vogliamo vincere questo campionato. Abbiamo lavorato duramente tutto l’anno per riuscirci. Vogliamo provare a chiudere i conti fin dal match di domani. Anche se sono certo che sia noi che il Fuscaldo l’anno prossimo ci ritroveremo in Prima Categoria”.

Visto l’organico a disposizione costruito in estate, si aspettava che qualcuno riuscisse a tenere il vostro ritmo? E come ha trovato il livello del campionato?
“Ad inizio stagione ero certo che almeno una squadra ci stesse dietro. Non sapevo quale, visto che comunque è difficile in queste categorie, conoscere le qualità delle avversarie. Per quel che riguarda il livello devo dire che l’ho trovato buono nelle prime della classifica. Il gap con le altre invece, con il passare delle giornate è venuto sempre più fuori ed ha permesso comunque un nettissimo distacco di punti tra la testa e la coda della graduatoria”.

Un progetto quello della Morrone, iniziato l’anno scorso con la vittoria del campionato di Terza Categoria e proseguito quest’anno con questo splendido campionato di Seconda. Dove volete arrivare e che obiettivi vi siete prefissati per il futuro?
“Quando siamo partiti ed abbiamo riportato in auge un nome così importante come quello delle Morrone per la città di Cosenza, ci siamo prefissati due obiettivi: la costruizione di un grande settore giovanile e quello di un centro sportivo. Viaggiamo spediti verso questi target senza ovviamente dimenticare l’aspetto sportivo. Daremo alla Morrone la categoria più adeguata alla sua storia. Vogliamo continuare a vincere e salire di categoria. Siamo solo all’inizio del progetto”. (A.S.)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it