Tutte 728×90
Tutte 728×90

Sesso a pagamento a Bisignano, uno degli indagati alla prova del Tdl di Catanzaro

Sesso a pagamento a Bisignano, uno degli indagati alla prova del Tdl di Catanzaro

Questa mattina i giudici del Tribunale della Libertà di Catanzaro hanno sentito le valutazioni difensive fornite dall’avvocato Gianluca Garritano, legale di fiducia di Ermanno Prezioso, coinvolto nell’inchiesta sul giro di prostituzione minorile che sarebbe stato organizzato a Bisignano, sfruttando sessualmente due ragazzini minorenni di 15 e 13 anni. 

Nel corso dell’udienza, l’avvocato di Prezioso ha puntato sulle esigenze cautelari, chiedendo una misura cautelare meno afflittiva del carcere. Gli altri due indagati, Francesco Pugliese (difeso dall’avvocato Piergiuseppe Cutrì) e Gianluca Cipolla (difeso dall’avvocato Giuseppe Lanzino), rispettivamente in carcere e agli arresti domiciliari, non hanno ancora inoltrato istanza di scarcerazione al Tdl di Catanzaro.

L’inchiesta, coordinata dalla procura di Catanzaro e condotta dalla Conpagnia carabinieri di Rende, ha fatto venire a galla uno scandalo sessuale che ha generato polemiche nella società civile bisignanese a seguito delle valutazioni espresse dal gip Distrettuale Barbara Saccà sul basso livello culturale del paese di Sant’Umile.

Le indagini hanno permesso di individuare le volte e i modi con cui gli indagati chiedevano e ottenevano, pagando poche somme di denaro, di avere rapporti sessuali con le vittime. Il 15enne durante l’incidente probatorio aveva messo nero su bianco cosa accadeva in quei momenti con Prezioso, così come aveva confermato, confidandosi con alcune amiche, di aver fatto sesso a pagamento con gli altri due inquisiti. La decisione del Tdl dovrebbe arrivare entro pochi giorni. (a. a.)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it