Tutte 728×90
Tutte 728×90

Fusione dei Comuni della Presila cosentina, dopo la consultazione referendaria il progetto di una costituente di cittadini

Fusione dei Comuni della Presila cosentina, dopo la consultazione referendaria il progetto di una costituente di cittadini

La proposta arriva dal Movimento Presila Unita come monito al superamento delle divisioni e delle polemiche: «La volontà dei cittadini è chiara ed è rivolta al Comune Unico. La parola passa ora alla Regione Calabria». 

All’indomani dell’esito referendario per la fusione dei comuni della Presila cosentina, il Movimento Presila Unita ha lanciato la proposta della Costituente di Casali del Manco «intesa come luogo in cui i cittadini, associazioni, movimenti politici, forze sociali – si legge nel comunicato diffuso quest’oggi dal Movimento – possano progettare l’architettura istituzioanle  ma anche politica e sociale del nuovo Ente».

Il progetto della Costituente nasce come risposta alla necessità di far valere e, dunque, rendere effettivo il risultato referendario – in attesa che la Regione Calabria attribuisca un’investitura istituzionale al responso elettorale –  contro le polemiche scatenatesi nel post voto e che, ad avviso del Movimento, potrebbero turbare il percorso verso la creazione del comune unico. «Chiunque non accetti questa semplice constatazione è chiaramente in malafede – hanno affermato gli esponenti del Movimento – la democrazia non può essere chiamata in causa a giorni alterni a seconda della convenienza politica o degli interessi particolari».

Nell’auspicare il superamento dei conflitti e delle divisioni il Movimento Presila Unita ha, dunque, invitato tutti i cittadini, compresi coloro che si sono espressi per il NO alle consultazioni del 26 marzo, a partecipare al processo in atto. «Daremo in questo ambito – si conclude nel comunicato – un contributo di idee e proposte, convinti come siamo di non voler abbandonare la strada che ci ha portato fin qui, fatta di impegno e passione». (Maddalena Perfetti)

Related posts