Tutte 728×90
Tutte 728×90

Lega Pro, escamotage dei presidenti per spendere poco. Gravina: «Massimo 10 over in rosa»

Lega Pro, escamotage dei presidenti per spendere poco. Gravina: «Massimo 10 over in rosa»

Si è discusso di questo nell’ultima assemblea e Gravina ha sottolineato a margine: «Senza risposte relative alla stabilità finanziaria della Legge Melandri, ridurremo il costo del lavoro».

«In assenza di risposte relative alla Legge Melandri che assicurino maggiore certezza finanziaria – ha spiegato il Presidente della Lega Pro Gabriele Gravina a margine dell’assemblea svolta lunedì a Firenze – l’unica strada da percorrere è la riduzione dei costi, in modo da incidere sul costo del lavoro, che pesa nei nostri club per oltre il 90%. Lavoriamo sulla composizione delle rose e sulla diminuzione del numero degli over così come dovremo rivedere i rapporti di valorizzazione di giocatori che provengono dalle serie maggiori, in modo che la formazione dei giovani calciatori non sia un costo per i club».

Le modalità ancora non sono chiare nemmeno in seno alla Lega Pro. «Ne stiamo discutendo – continua Gravina – si va da un minimo di sei a un massimo di dieci. Potrebbe essere un vantaggio per il calcio italiano: si inizierebbe ad investire nei settori giovanili. Il costo medio di un over è circa 100mila euro: togliendone 7/8 a società, basta fare due conti».

Sono le parole di Gravina che si rende conto della portata rivoluzionaria di questa ipotesi, ma che ovviamente toglierebbe ancor più qualità alla terza serie nazionale: «Desterà qualche sussulto, ma non possiamo sussultare solo noi. Siamo stanchi della politica delle provocazioni, vogliamo portare avanti una politica aziendale: in azienda, quando stai male riduci i costi o aumenti i ricavi. Abbiamo chiesto di aumentare i ricavi: ci hanno detto che per provvedimento perderemo cinque milioni. Qualcosa dobbiamo fare. È un’idea che circolava da un po’ di tempo, anche se qualcuno sorrideva. E le società sono quasi tutte d’accordo, anche le grandi. In piazze come Venezia, Lecce, Catania, la società è portata dalla tifoseria a fare grandi acquisti. Se non potrà farlo per una norma, il presidente di turno potrà farlo accettare con più facilità. E aumenterà la competitività: Gonzalez lo può prendere l’Alessandria o il Parma, non il Tuttocuoio».

Chiusura dedicata alle valorizzazioni dei giovani: «Va pagata meglio la valorizzazione. Sono due scelte diverse, ma complementari: se ti impedisco di avere tanti over, ti spingo ad implementare i vivai. Con altri contributi: se valorizzi i tuoi calciatori fai saldo attivo. Una cosa che in Lega Pro non esiste più: serve il coraggio di far fare calcio anche ai dirigenti, per salvare il calcio».

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it