Tutte 728×90
Tutte 728×90

L’Osservatorio: «Semifinali e finale playoff senza Tessera del tifoso se…»

L’Osservatorio: «Semifinali e finale playoff senza Tessera del tifoso se…»

L’Osservatorio sulle Manifestazioni sportive ha comunicato le modalità con cui dovranno essere messi in circolazione i tagliandi. Fino ai Quarti di finale non cambia nulla, poi in assenza di elevati livelli di rischi pericolo (rischio 4) la vendita sarà libera per il settore di appartenenza.

Un’importante novità degli ultimi giorni potrebbe regalare nuovamente il sapore di trasferte massicce come quando non esisteva la Tessera del tifoso. Riguarda le Final Four dei playoff, che come noto da quest’anno in Lega Pro si giocheranno in gara secca e in campo neutro. Per le due semifinali (13 e 14 giugno) e per la finale (17 giugno), infatti, l’Osservatorio sulle Manifestazioni sportive ha dato indicazioni precise.

«Come tutte le fasi finali dei tornei agonistici, anche quelle del campionato di Lega Pro – scrive in una nota l’organo di controllo – possono rappresentare un momento di particolare tensione, sportiva e non, legata ai risultati sportivi ed alle aspettative delle diverse tifoserie. Quest’anno la post-season verrà disputati con modalità diverse rispetto alle precedenti stagioni. In particolare i playofff si articoleranno in più fasi distinte e precisamente:
–  Prima fase: gare uniche da disputarsi negli impianti delle società meglio classificate al termine della regular season;
–  Seconda fase: ottavi e quarti di finale articolati su gare di andata e ritorno da disputarsi negli impianti delle società partecipanti;
–  Terza fase: la “Final Four”, cioè le partite di semifinale e finale che si articoleranno su gare uniche da disputarsi rispettivamente in data 13 e 14 giugno (semifinali) e 17 giugno (finale), presso lo Stadio Artemio Franchi di Firenze».

Come noto, i tagliandi per le gare saranno posti in vendita direttamente dalla Lega Pro, tramite società di ticketing abilitata, privilegiando la modalità online. I tagliandi così venduti dovranno essere caricati preferibilmente su Supporter Card o altri dispositivi elettronici equivalenti. I biglietti per gli ospiti, relativamente alle gare di playout e della prima e seconda fase di playoff, potranno essere venduti anche il giorno della gara, salvo eventuali prescrizioni adottate in seno all’Osservatorio, sentite le competenti Autoritaà provinciali di Pubblica Sicurezza. I biglietti per la “Final Four” dei playoff, invece, non essendo le gare disputate negli impianti delle società partecipanti, potranno essere venduti anche il giorno della gara, salvo eventuali prescrizioni adottate in seno all’Osservatorio, sentite le competenti Autorità provinciali di Pubblica Sicurezza.

Fin qui nessuna novità, che invece arrivano quando l’Osservatorio distingue le modalità di vendita per la prima e seconda fase dei playoff e per le “Final Four”. Se per il primo e secondo turno si sottolinea come sia «consentita la vendita dei tagliandi ai sostenitori della squadra ospite residenti nella regione che origina la trasferta ai soli possessori di Supporter Card o di altre tessere di fidelizzazione», il discorso cambia per semifinali e finali.

Nel comunicato si legge che «nell’impianto ove si disputeranno le partite di semifinale (13 e 14 giugno) e di finale ( 17 giugno) non è prevista la distinzione in settore locale e settore ospiti, trattandosi di gare uniche disputate in campo “neutro”. La Lega Pro, in qualità di coordinatore degli eventi, deve far adottare le seguenti misure nella vendita dei tagliandi ritenute necessarie per garantire la sicurezza della “Final Four” dei Play Off del Campionato di Lega Pro 2016/2017. Rimane salva la possibilità di stabilire delle politiche di vendita e di occupazione degli spazi idonee per la specifica partita. In tutte le partite sarà assegnata a ciascuna delle due tifoserie un settore di minor pregio ed uno con miglior visibilità; inoltre verranno garantiti determinati settori destinati anche ad un pubblico “neutro».

«La vendita dei tagliandi per lo stadio Artemio Franchi – conclude la nota dell’Osservatorio – dovrà avvenire secondo le seguenti modalità:
– vendita senza limitazioni per i settori con miglior visibilità (salvo provvedimenti dell’autorità competente). Al fine di favorire il clima di festa, la partecipazione delle famiglie e degli appassionati a scapito di quelle frange di tifoserie spesso protagoniste di eventi negativi, i titoli di accesso per i soli settori dedicati al pubblico neutro potranno già essere messi in vendita attraverso il controllo del CEN di Napoli. Tale vendita sarà interrotta, per le partite di semifinale, il 4 giugno p.v. fino al momento in cui saranno definiti gli abbinamenti delle sfidanti. Analogamente la vendita dei titoli di accesso per la finale sarà interrotta il 12 giugno p.v. sera fino alle 12.00 del 15 giugno p.v.. Le vendite dei settori dedicati al pubblico neutro saranno riattivate successivamente alle predette scadenze inibendo la cessione ai residenti nelle città le cui tifoserie hanno evidenziato recenti ostilità con una delle società qualificate alla fase finale;
alle tifoserie delle due squadre impegnate dovranno essere offerti due distinti settori: in particolare, ciascun settore di minor pregio deve essere riservato rispettivamente ai sostenitori residenti nelle regioni ove hanno sede le due società sportive che disputano la gara. Nel caso in cui le società sportive abbiano sede nella stessa regione, ciascun settore di minor pregio deve essere riservato rispettivamente ai sostenitori residenti nelle province ove hanno sede le due società sportive che disputano la gara;
esclusivamente nel caso di partite per le quali l’Osservatorio ha assegnato un elevato livello di rischio (rischio 4) i tagliandi dei due rispettivi settori di minor pregio potranno essere venduti solo ai possessori di Supporter Card e/o altre tessere di fidelizzazione.
– divieto di vendita dei tagliandi il giorno della gara, per gli incontri ai quali l’Osservatorio ha assegnato un elevato livello di rischio (rischio 4);
– possibilità di stampa a casa per i non possessori di Supporter Card e/o altre tessere di fidelizzazione;
– incedibilità dei titoli per gli incontri ai quali l’Osservatorio ha assegnato un elevato livello di rischio (rischio 4)».

Related posts