Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, ultimo blitz a Messina nel post-guerra. Lucarelli punta su Milinkovic

Cosenza, ultimo blitz a Messina nel post-guerra. Lucarelli punta su Milinkovic

Il tecnico peloritano ha chiesto ai suoi il massimo sforzo contro la sua ex squadra. La stellina è Milinkovic, mentre in cabina di regia la bacchetta è stata affidata a Musacci.

E’ il Messina l’avversario del Cosenza nel match di domani pomeriggio al San Filippo. A differenza dei rossoblù che hanno già conquistato un piazzamento a disputare i playoff, i giallorossi lotteranno con il coltello tra i denti per tirarsi fuori dalla zona playout.

Non riusciranno però a chiudere i conti già domani pomeriggio perché in settimana è attesa una decisione sui due deferimenti che incatenano i peloritani ai bassifondi della classifica. Dopo il primo, arrivato in merito ai mancati pagamenti dei mesi di novembre e dicembre che porterà ad una penalizzazione di 2 punti dopo il dibattimento del prossimo 3 maggio, è giunto anche quello del Procuratore Federale al Tribunale Federale Nazionale su segnalazione della CO.VI.SO.C. per il mancato pagamento del premio assicurativo (6000 euro) che rendeva inefficace la garanzia di 350 mila euro presentata in sostituzione della polizza. C’è stato il cambio di società in mezzo, impossibile fare previsioni, ma il presidente Proto spera di cavarsela.

Ad ogni modo il Cosenza non vince a Messina dal 1949, data dell’unico successo rossoblù dall’altra parte dello Stretto. Cristiano Lucarelli (ex amatissimo, qui l’accoglienza del Marulla nel match di andata) predilige il 3-5-2, ma è probabile che per l’occasione opti per il 4-3-1-2. Domani non potrà fare affidamento su due difensori in particolare: Palumbo che contro il Melfi ha riportato un grave infortunio al ginocchio sinistro e Rea squalificato. Ha recuperato l’attaccante Plasmati: buona notizia visto la carenza di attaccanti dopo la partenza a gennaio del cecchino Pozzebon. Per il resto non ci sono altre defezioni siginificative da segnalare nell’undici che affronterà i Lupi.

A protezione di Berardi giostreranno Grifoni e De Vito sulle corsie laterali, con la coppia centrale formata da Maccarrone e Bruno. Cabina di regia affidata al valido ed esperto Musacci, con Da Silva e Sanseverino ai suoi lati. Il primo non è al meglio della condizione ma giocherà perché Mancini non è stato neppure convocato. In avanti Anastasi e Milinkovic, la stella della squadra, saranno supportati da Foresta. (Alessandro Storino)

MESSINA (4-3-1-2): Berardi; Grifoni, Maccarrone, Bruno, De Vito; Da Silva, Musacci, Sanseverino; Foresta; Milinkovic, Anastasi. A disp.: Russo, Benfatta, Bencivenga, Bruno, Ferri, Marseglia, Ventola, Capua, Bruno, Ansalone, Madonna, Ciccone, Plasmati. All.: Lucarelli

 

 

Related posts