Tutte 728×90
Tutte 728×90

«Casali del Manco, ora la Regione si determini sulla fusione»

«Casali del Manco, ora la Regione si determini sulla fusione»

Il Movimento Presila Unita spinge sull’acceleratore: «L’investimento politico di un intero territorio non può essere vanificato da incertezze politiche e interessi di parte».

Il Movimento Presila Unita ha accolto con favore quanto espresso dal Settore Legislativo del Consiglio Regionale della Calabria nel parere di protocollo n. 18347 del 27/04/2017 in ordine al referendum consultivo obbligatorio sulla fusione dei Comuni di Casole Bruzio, Pedace, Serra Pedace, Spezzano Piccolo e Trenta, tenutosi il 26 marzo u. s. Secondo il dirigente, dott. Antonio Cortellaro, il testo vigente della norma, che disciplina i processi di fusione (art. 44 della legge regionale 13/1983), «non sembra di per sè esprimere il significato secondo cui, ai fini della valutazione se considerata – si legge – accolta la proposta referendaria, si debba tener conto distintamente della volontà espressa nella consultazione dalle popolazioni dei singoli comuni. In tal senso si è, infatti, determinato anche l’ufficio regionale per il referendum che ha dichiarato che il parere popolare sulla proposta referendaria è favorevole».

«Tale parere – scrive in una nota il Movimento presila Unita – è da intendersi come favorevole per la fusione di tutti i comuni coinvolti nel progetto e per cui i cittadini si sono espressi.  La Regione Calabria, ora, non ha più alibi: convochi immediatamente il Consiglio regionale e deliberi sulla fusione a 5, per come previsto dall’art. 45 della stessa legge regionale 13/83. La raccolta delle firme in Presila, le delibere dei consigli comunali, lo straordinario risultato del referendum del 26 marzo, consegnano alla Regione Calabria una grande responsabilità politica ed etica: il rispetto della volontà democratica e partecipativa di un intero territorio».

«I cittadini della Presila – conclude il comunicato – guardano con attenzione e apprensione alle decisioni della Giunta e del Consiglio Regionale, anche in previsione delle elezioni convocate per giorno 11 giugno dal Ministro degli Interni per i comuni di Spezzano Piccolo e Trenta. L’investimento politico di un intero territorio non può essere vanificato da incertezze politiche e interessi di parte; pertanto invitiamo tutti i cittadini di Casali del Manco alla mobilitazione democratica per sostenere questa mirabile pagina storica di cambiamento per il territorio presilano».

Related posts