Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, nei playoff c’è la Paganese. Col Foggia non bastano Letizia e Corsi

Cosenza, nei playoff c’è la Paganese. Col Foggia non bastano Letizia e Corsi

La Virtus Francavilla vince a Siracusa e rende vana una bella partita dei rossoblù contro la capolista che trova due reti di Mazzeo una volta andati sotto due volte. 

Sarà la Paganese a giocare domenica prossima al Marulla nel primo atto dei playoff. La Virtus Francavilla, infatti, ha vinto sul campo del Siracusa facendo scivolare il Cosenza al settimo posto. I rossoblù dal canto loro hanno dimostrato di essere pronti all’appuntamento con la storia ed hanno impattato con la capolista Foggia per 2-2 tenendola sotto fino al 93’. La squadra è viva, pimpante ed ha giocato per far sua l’intera posta in palio. Avanti per due rete, a segno Letizia e Corsi, c’ha pensato poi Mazzeo con una doppietta a riportare il match sui binari della parità.

Alla lettura delle formazioni si capisce subito come sia un match di fine stagione e non solo per l’assenza quasi totale di pubblico (1600 i presenti). Entrambe le formazioni sono proiettate alla post-season: Stroppa è atteso dalla Supercoppa dopo un campionato da favola, De Angelis invece si cimenterà nei playoff. Il tecnico dei Lupi fa riposare Statella che, vista l’assenza di Blondett, a prescindere si è laureato capo-cannoniere dei rossoblù con 12 centri. Al suo posto c’è Criaco, con Cavallaro sistemato largo a sinistra in un classico 4-4-2. Letizia invece giostra a sostegno di Mendicino, mentre in mediana con Calamai si punta su Ranieri. Caccetta non va neppure in panchina. In difesa solo panchina per Tedeschi, davanti a Saracco la coppia di centrali è formata da Blondett e Pinna. Gli ospiti hanno un solo obiettivo: far fare gol a Mazzeo che guida l’attacco dei rossoneri. Riposano Chiricò, Vacca, Agnelli, Coletti e il portiere Guarna.

I ritmi sono quelli prospettati alla vigilia. Il Foggia esaspera per indole l’altezza del baricentro con il palleggio, i rossoblù si affidano ad ovvie ripartenze che creano più di un grattacapo agli ospiti. Mendicino e Letizia sono ispirati e dialogano in verticale forse come non hanno mai fatto prima, tanto che al 32’ portano in vantaggio i Lupi. E’ il centravanti a fiondarsi nello spazio e a servire un cioccolatino al compagno. I Satanelli giocano praticamente sempre nella trequarti dei silani e Saracco dimostra affidabilità su Sarno e Mazzeo.

La ripresa è la fotocopia della prima frazione, con Agazzi e compagni concentrati soltanto a far segnare il loro compagno con più marcature di tutti nel girone C. Il gol però lo trova ancora il Cosenza con un destro di Corsi da quaranta metri che trova colpevolmente impreparato Sanchez. Incassato il 2-0 Stroppa butta dentro Di Piazza e passa ad un 4-2-3-1 ancora più a trazione anteriore. Il ventesimo centro stagionale di Mazzeo arriva al 20’, ma è una deviazione a far capitolare uno strepitoso Saracco. Le occasioni fioccano da ambo i lati, ma era destino che l’ex 1914 dovesse siglare una doppietta. (Antonello Greco)

CRONACA.
1′ Inizia il match. Cosenza in maglia rossoblù, Foggia in divisa bianca
5′ La prima azione pericolosa è del Cosenza. Letizia serve in profondità Mendicino che entra in area e prova ad incrociare sul palo lontano ma la sfera termina fuori
19′ Il Foggia ci prova dalla distanza con De Almeida ma il suo tiro termina abbondantemente sopra la traversa
20′ Letizia serve Criaco al limite che prova il tiro a giro ma Sanchez si fa trovare pronto
21′ Ancora Cosenza pericoloso con Mendicino che va via in contropiede ma il suo pallonetto termina fuori
23′ Occasione per Mazzeo che servito in area prova il diagonale ma la sfera viene ribattuta di piede da Saracco
30′ Occasionissima per il Foggia con Sarno che dal limite dell’area fa partire un gran tiro ma Saracco si supera negando la gioia del gol ai satanelli con un gran intervento
32′ Goooooool del Cosenza. Contropiede dei rossoblù con Mendicino che serve benissimo Letizia che deposita la sfera in rete
35′ Loiacono ci prova dalla distanza ma il tiro termina fuori
36′ Sicurella prova a sorprendere Saracco che però devia in angolo. Dagli sviluppi del corner nulla di fatto
43′ Tiro di Mazzeo, Saracco respinge, la palla arriva a Sarno che prova a metterla dentro come puòma sulla linea respinge la difesa rossoblù
45′ Due minuti di recupero
45+2′ Termina il primo tempo con il Cosenza in vantaggio grazie al gol messo a segno da Letizia al 31′.
SECONDO TEMPO.
1’Inizia la ripresa con gli stesi uomini della prima frazione di gioco
3′ Sarno ci prova dal limite ma il suo tiro termina fuori
9′ Gooooool del Cosenza. Gran tiro di Corsi dalla distanza che beffa l’estremo difensore rossonero
10′ Primo cambio per il Foggia. Esce Sicurella ed entra Di Piazza. I satanelli si posizionano con il 4-3-2-1
14′ Primo cambio per il Cosenza. Esce Letizia ed entra Mungo
16′ Doppio miracolo di Saracco che prima nega la gioia del gol a Mazzeo deviando il tiro sul palo e poi a Di Piazza che prova a ribattere ma l’estremo difensore silano si salva sulla linea
21′ Gol del Foggia. Mazzeo dal limite fa partire un tiro che beffa Perina
27′ Esce Gerbo ed entra Faber
33′ Secondo cambio per il Cosenza entra Statella ed esce Criaco. Per il Foggia entra Pompilio ed esce Sainz
37′ Occasionissima per il Cosenza. Mendicino defilato in area di rigore prova un diagonale che sfiora il palo e termina sul fondo
38′ Ancora Cosenza questa volta con Cavallaro che al limite dell’area prova il tiro a giro che sfiora l’incrocio dei pali e termina fuori
44′ Ultimo cambio per il Cosenza. Fuori Cavallaro e dentro Meroni.
45′ Concessi 3′ di recupero.
45’+3 Ancora Mazzeo: il Foggia fa 2-2.
45’+3 Squadre negli spogliatoi.

 

Il tabellino:
COSENZA (4-4-2): Saracco; Corsi, Blondett, Pinna, D’Orazio; Criaco (33’ st Statella), Ranieri, Calamai, Cavallaro (44’ st Meroni); Letizia (14’ st Mungo), Mendicino. A disp.: Perina, Bilotta, Madrigali, Tedeschi, Capece, Stranges, Sueva. All.: De Angelis
FOGGIA (4-3-3): Sanchez; Angelo, Martinelli, Figliomeni, Loiacono; Agazzi, Gerbo (27’ st Faber), Sicurella (11’ st Di Piazza); Sarno, Mazzeo, Sainz-Maza (33’ st Pompilio). A disp.: Guarna, Agnelli, Vacca, Chiricò, Tucci, Dinielli, Coletti, Rubin, Martino. All.: Stroppa
ARBITRO: Marini di Trieste
MARCATORI: 32’ pt Letizia (C), 8’ st Corsi (C), 20’ st Mazzeo (F), 48’ st Mazzeo (F)
NOTE: Spettatori 1625 discreta rappresentanza ospite. Incasso di 7.921 euro più 2.642 di quota abbonati. Ammoniti: Gerbo (F), Angelo (F), Calamai (C); Angoli: 7-1 per il Foggia; Recupero: 2’ pt – 3’ st

Related posts