Tutte 728×90
Tutte 728×90

Montalto Uffugo, la Corte dei Conti accoglie il ricorso: sì al piano di riequilibrio

Montalto Uffugo, la Corte dei Conti accoglie il ricorso: sì al piano di riequilibrio

La Corte dei Conti Sezioni Riunite in sede giurisdizionale, con deliberazione del 27.4.2017, ha accolto il ricorso proposto dal Comune di Montalto Uffugo, avverso la bocciatura del piano di riequilibrio (cosiddetto predisposto), da parte della Corte dei Conti Regionale. 

Lo ha reso noto il sindaco di Montalto, l’avvocato Pietro Caracciolo. Al momento si conosce solo il contenuto del dispositivo, in attesa che vengano depositate le relative motivazioni.

«Si tratta di un ottimo risultato che premia la determinazione dell’amministrazione Caracciolo che, fin dal suo insediamento, ha lavorato per “risanare” l’Ente puntando sulla riorganizzazione degli uffici comunali, con particolare riferimento al settore finanziario e tributario», si legge in una nota stampa a firma del sindaco.

L’azione amministrativa ha avuto inizio con l’accertamento di un’ingente mole di debiti, di cui gran parte fuori bilancio, ed è  proseguita con la convinzione che impegno e sacrificio politico avrebbero potuto evitare ai cittadini di Montalto il tanto temuto dissesto.

«Sono state operate scelte difficili, spesso ostacolate dalla minoranza consiliare ( espressione della precedente amministrazione Gravina) che, con atteggiamento contraddittorio, in un primo momento affermava la inesistenza di debiti fuori bilancio, salvo poi approvarli in consiglio.

E ancora successivamente, nonostante la bocciatura del piano di riequilibrio da parte della Corte dei Conti Regionale, dovuta principalmente alla enorme entità del debito pregresso dell’Ente (che è stato accertato essersi concretizzato sino al 2013), continua a negare l’evidenza, accusando l’amministrazione di immobilismo: trattasi di addebito del tutto apodittico e privo di fondamento, che viene smentito quotidianamente dall’opera amministrativa che viene svolta.

Pietro Caracciolo, sindaco di Montalto Uffugo
Pietro Caracciolo, sindaco di Montalto Uffugo

Ma questa maggioranza, certa delle sue scelte organizzative e delle sue idee, non si è arresa ed ha deciso di proporre appello, onde evitare che il Comune finisse nelle mani di un commissario, ed ha così ottenuto la soddisfazione di vedere accolto il ricorso.

Il cambio di passo nell’amministrazione dell’Ente è stato colto dalla Corte dei Conti, ma per la verità tale riconoscimento era emerso anche dalla deliberazione della Corte dei Conti Regionale», sottolinea l’avvocato Caracciolo nel ruolo di primo cittadino.

«La convinzione di essere sulla strada giusta e che le scelte operate possono condurre a soluzioni positive, è corroborata anche da altri importanti risultati, come ad es. la riduzione, per il 2017, delle tariffe TARI di circa il 20% per utenze domestiche e non domestiche, con ulteriori riduzioni per alcune categorie produttive. Ciò è stato reso possibile proprio dalle attività di accertamento pensate e poste in essere dalla nuova amministrazione.

Un ringraziamento particolare si porge all’assessore al Bilancio Maria Teresa Nardo ed ai responsabili e tecnici comunali che stanno curando questo nuovo corso, per il lavori di risanamento messo in atto e per l’attività di supporto nella preparazione dei dati e della documentazione offerta alla Corte Giudicante, svolta a costo zero per l’Ente, il che ha comportato risparmi notevoli (altri enti nelle medesime condizioni hanno dovuto fare ricorso a professionisti esterni con notevole dispendio economico). Ciò significa che la qualità dell’assessore e dei responsabili di riferimento è di altissimo spessore.

Un plauso ed un ringraziamento, ovviamente, va anche allo studio legale D’Agostino, Petrulli e Cuzzola, del foro di Reggio Calabria, che ha compreso gli sforzi e le motivazioni del governo cittadino e che con la sua altissima professionalità ha difeso in modo sapiente il Comune di Montalto Uffugo, riuscendo ad ottenere un risultato importante per le sorti del nostro comune, che non era affatto scontato, anzi», aggiunge il sindaco.

Ma ovviamente non sono tutte rose e fiori. Dopo questa importante successo dell’Amministrazione inizia un’altra fase altrettanto difficile, per fare in modo che il Comune rispetti gli impegni economici previsti nel piano di riequilibrio. E questo non è un compito facile: è necessaria la collaborazione di tutti cittadini per scongiurare il dissesto. Mi auguro che il senso di responsabilità dei cittadini prevalga. Me lo auguro da cittadino montaltese, prima che da sindaco», conclude Pietro Caracciolo.

Related posts