Tutte 728×90
Tutte 728×90

In 66 tra istruttori e insegnanti scrivono alle Istituzioni: «Sostegno per i bimbi delle case occupate»

In 66 tra istruttori e insegnanti scrivono alle Istituzioni: «Sostegno per i bimbi delle case occupate»

Pubblicato un Manifesto degli educatori e delle educatrici a sostegno dei bambini e delle bambine delle case occupate: «Senza un tetto sulla testa, la mente del bambino non cresce».

In 66 tra dirigenti, istruttori, professori universitari, professori di licei, medie o maestri delle elementari hanno indirizzato una lettera al Sindaco di Cosenza Mario Occhiuto, al Procuratore Mario Spagnuolo e al Questore Giancarlo Conticchio. Si tratta di un “Manifesto degli educatori e delle educatrici  a sostegno dei bambini e delle bambine delle case occupate” secondo cui «Senza un tetto sulla testa, la mente del bambino non cresce». Ecco il testo integrale e i nomi dei firmatari.

«Abbiamo appreso dagli organi d’informazione che le autorità cittadine sarebbero in procinto di effettuare un’azione di polizia per sgomberare l’edificio Aterp sito in via Savoia dove negli ultimi mesi hanno trovato un tetto 32 nuclei familiari italiani e migranti.

Siamo educatrici, educatori, docenti della scuola e dell’università, operatrici e operatori impegnati nelle agenzie socializzanti dei quartieri di questa città e dell’intera urbana.

Molti di noi conoscono i bambini e gli adolescenti delle case occupate di viale della Repubblica e via Savoia per averli accompagnati in attività culturali, ricreative e sportive.

Riteniamo inammissibile che in nome di una legalità strabica, troppo spesso sanzionatrice di microreati compiuti dai più deboli per questioni di sopravvivenza ma quasi mai realmente applicata nei confronti dei gruppi di potere politico-criminale che infestano il territorio, si proceda con l’uso della forza pubblica contro famiglie inermi e indigenti, perseguendo il fine di restituire ad enti pubblici di dubbia onestà e funzionalità quei beni comuni abbandonati al degrado per tanti anni, restituiti alla città solo dall’azione pacifica di persone estromesse dal diritto all’abitare. Queste persone non si sono piegate ai ricatti dei padrini che governano l’Aterp e non solo. Queste persone, a differenza di tante altre, hanno agito alla luce del sole, non si sono rivolte alle organizzazioni criminali per ottenere quello che a loro spetterebbe. Queste persone non hanno la possibilità economica di sostenere gli elevati costi di un affitto. I figli di queste famiglie, i bambini abitanti delle case occupate, non meritano di essere trattati come extralegali solo perché i rispettivi genitori, per garantire loro un tetto, hanno commesso una piccola illegalità che nei fatti non nuoce a nessuno e non costituisce minaccia alcuna per il vivere civile.

Vi preghiamo pertanto di annullare qualsiasi azione coercitiva programmata nei loro confronti, e di attuare soluzioni concertate che esulino dall’utilizzo della forza pubblica. Uno sgombero forzoso, sul modello di quanto già avvenuto raramente a Cosenza, avrebbe degli effetti devastanti per la crescita di questi bambini».

 

I primi firmatari/e sono

(l’elenco delle firme è in costante aggiornamento)

  • Vincenzo Altomare, Docente di Religione Istituti di Secondo grado
  • Fabiola Ammirata, Educatrice e Presidentessa Associazione Cepedù Educatori e Pedagogisti Calabresi
  • Giada Andretti, Educatrice popolare
  • Antonello Antonante, Regista teatrale Teatro dell’Acquario
  • Lorena Armiento, Docente di Religione Istituti di Secondo grado
  • Pino Assalone, Docente di Inglese Istituti di Secondo grado
  • Rossella Belcastro, Docente di Italiano e Storia Istituti di Secondo grado
  • Andrea Bevacqua, Docente di Lettere Scuola Media
  • Domenico Bilotti, Ricercatore Diritto Canonico Università Magna Graecia Catanzaro
  • Monica Cadavero, Istruttrice di Boxe compact
  • Francesco Campolongo, Ricercatore Scienze Politiche e Sociali Unical
  • Armando Canzonieri, Docente di Storia e Filosofia Istituti di Secondo grado
  • Alessandro Capparelli, Docente di Lettere Istituti di Secondo grado
  • Loredana Caruso, Educatrice Città dei Ragazzi
  • Andrea Checchetti, Docente di Scienze Istituti di Secondo grado
  • Massimo Ciglio, Dirigente scolastico
  • Paolo Citrigno, Docente di Lettere Istituti di Secondo grado
  • Alessandro Citro, Docente di Lettere Istituti di Secondo grado
  • Giuliana Commisso, Ricercatrice Scienze Politiche e Sociali Unical
  • Alessandra Corrado, Ricercatrice Scienze Politiche e Sociali Unical
  • Giancarlo Costabile, Ricercatore Scienze dell’Educazione Unical
  • Vincenza Costantino, Docente di Lettere Istituti di Secondo grado
  • Maria Francesca D’Agostino, Ricercatrice Scienze Politiche e Sociali Unical
  • Angela Sara De Sensi, Educatrice, Studentessa in criminologia, Associazione Cepedù Educatori e Pedagogisti Calabresi
  • Claudio Dionesalvi, Docente di Lettere Scuola Media
  • Franco Dionesalvi, Poeta
  • Gianfranco Donadio, Documentarista Unical
  • Gabriella Donnici, Bibliotecaria Unical
  • Rosa Ferrari, Docente di Religione Istituti di Secondo Grado
  • Franca Garreffa, Ricercatrice Scienze Politiche e Sociali Unical
  • Francesco Garritano, Docente di Filosofia Unical
  • Francesco Gaudio, Docente di Storia e Filosofia Istituti di Secondo grado
  • Erika Gena, Educatrice, Associazione Cepedù Educatori e Pedagogisti Calabresi
  • Eleonora Greco, Studentessa di Scienze dell’Educazione, Associazione Educatori e Pedagogisti Calabresi
  • Oscar Greco, Ricercatore Storia Contemporanea Unical
  • Patrizia Greco, Docente Scuola Primaria
  • Walter Greco, Ricercatore Scienze politiche e sociali Unical
  • Sabina Licursi, Docente di Scienze Politiche e Sociali Unical
  • Luca Lupo, Ricercatore Filosofia Unical
  • Doriana Macrì, Docente di Lettere Istituti di Secondo Grado
  • Elisa Maiorano, Studentessa
  • Margherita Malanga, Docente Scuola Primaria
  • Margherita Manna, Docente di Matematica e Fisica Istituti di Secondo Grado
  • Fiore Manzo, Attivista, Studioso della cultura rom
  • Giorgio Marcello, Ricercatore Scienze Politiche e Sociali, Associazione San Pancrazio
  • Gionata Marino, Educatore popolare
  • Luana Mazzei, Studentessa di Scienze dell’Educazione, Associazione Cepedù Educatori e Pedagogisti Calabresi
  • Elena Giorgiana Mirabelli, Docente di Lettere Istituti di secondo grado
  • Monica Nardi, Ricercatrice Chimica Unical
  • Gianni Oliveri, Libraio
  • Emanuela Pascuzzi, Ricercatrice Scienze Politiche e Sociali Unical
  • Giuliano Ricca, Ricercatore Scienze Politiche e Sociali Unical
  • Anna Ringa, Docente Scuola Primaria
  • Alfonso Senatore, Ricercatore Scienze Politiche e Sociali Unical
  • Alessandro Sicora, Ricercatore Scienze Politiche e Sociali Unical
  • Giordano Sivini, Docente di Scienze Politiche e Sociali Unical
  • Teresa Sperlì, Docente di Lettere Istituti di Secondo grado
  • Manuela Stranges, Ricercatrice Scienze Politiche e Sociali Unical
  • Rosanna Tedesco, Docente di Latino e Greco Istituti di Secondo Grado
  • Wilma Tuoto, Volontaria Associazione San Pancrazio
  • Bruno Valenti, Libraio
  • Gianluca Vena, Docente di Sostegno Scuola Media
  • Enza Vigna, Docente Scuola Primaria
  • Giovanna Vingelli, Ricercatrice Dipartimento Scienze Politiche e Sociali Unical
  • Giancarlo Viola, Docente Scuola Primaria
  • Gianfranco Tallarico, Educatore professionale, Istruttore giovanile pugilato

 

Related posts